Dal 2013 al 2015

Il Napoli internazionale con Benitez

Dal 2013 al 2015

Il club azzurro rimpiazzò Mazzarri con lo spagnolo Rafa Benitez (2013-14). Il Napoli cedette Cavani al PSG e acquistò tre giocatori provenienti dal Real Madrid: gli attaccanti Gonzalo Higuain e Jose Maria Callejon e il difensore Raul Albiol. Il portiere De Sanctis lasciò il Napoli per la Roma e il suo posto venne preso da Jose Manuel Reina. Acquisto degno di nota fu anche quello del belga Dries Mertens, che sarebbe risultato determinante nel prosieguo della sua prima annata con i partenopei. Paolo Cannavaro, messo ai margini della rosa, fu ceduto durante la sessione invernale di calciomercato; Marek Hamšík gli successe come nuovo capitano. In UEFA Champions League il Napoli fu eliminato nella prima fase a gironi, nonostante un bottino di 12 punti, piazzandosi alle spalle degli inglesi dell'Arsenal e dei tedeschi del Borussia Dortmund per una mera questione di peggiore differenza reti nella classifica avulsa; avuto accesso alla fase a eliminazione diretta di Europa League, superò ai sedicesimi i gallesi dello Swansea City, ma uscì agli ottavi di finale contro i portoghesi del Porto. In campionato, pur a fronte del buon cammino iniziale della squadra, qualche passo falso di troppo fece scivolare gli azzurri in terza posizione, alle spalle di Roma e Juventus. Alla fine della stagione la squadra riuscì, in ogni caso, a portare a casa un trofeo, la quinta Coppa Italia della propria storia, vincendo per 3-1 contro la Fiorentina la finale del 3 maggio all'Olimpico di Roma con una doppietta di Insigne.

La stagione successiva (2014-15) con l'inserimento in rosa di Kalidou Koulibaly e Jorginho a Gennaio, cominciò con i play-off di UEFA Champions League contro l'Athletic-Bilbao, da cui la compagine napoletana fu eliminata (pareggio all'andata in casa e sconfitta in trasferta), accedendo comunque all'Europa League. Il 22 dicembre a Doha, in Qatar, il Napoli vinse per la seconda volta la Supercoppa italiana, sconfiggendo ai tiri di rigore, per 6-5, la Juventus, dopo che la partita si era conclusa con il risultato di 2-2 ai supplementari (doppiette per i bianconeri di Tévez, e per i partenopei di Higuain). Eliminato ai preliminari di UEFA Champions League ad agosto dagli spagnoli dell'Athletic Bilbao, il Napoli retrocesse in Europa League, dove raggiunse le semifinali, traguardo che agli azzurri mancava in campo continentale da ventisei anni; qui la squadra fu estromessa dagli ucraini del Dnipro. Al termine della stagione, si interruppe, dopo sole due stagioni, il rapporto con il tecnico Benítez, giunto a scadenza di contratto. Anche il direttore sportivo Bigon lasciò la squadra dopo circa sei anni di militanza. La stagione si chiuse con un deludente quinto posto: la sconfitta per 2-4 all'ultima giornata contro la Lazio non consentì ai partenopei di qualificarsi ai preliminari di UEFA Champions League, obiettivo che invece fu raggiunto proprio dagli avversari biancocelesti. Alla fine dell'anno solare il Napoli sarebbe stato premiato come terzo miglior club al mondo del 2015 dall'IFFHS .

Stagioni

2013-14
2014-15

Altre Storie

Dal 1926 al 1930 - Il Napoli di Ascarelli con Sallustro e Vojak
Dal 1930 al 1939 - I due terzi posti e la Coppa Europa
Dal 1985 al 1987 - L'arrivo di Maradona e il primo Scudetto
Dal 1988 al 1991 - La Coppa Uefa e il secondo Scudetto
Dal 1996 al 1998 - A picco verso la Serie B
Dal 1992 al 1995 - Le ultime soddisfazioni del post-Maradona
Dal 2019 ad oggi - Dal maestro all'allievo, sulle orme del passato
Dal 1940 al 1949 - Gli anni 40, retrocessioni e promozioni a cavallo della guerra
Dal 1973 al 1980 - Vinício e il calcio totale
Dal 2004 al 2008 - Arriva De Laurentiis, con Reja dalla C1 all'Europa
Dal 2016 al 2018 - Sarrismo, gioia e rivoluzione
Dal 1969 al 1972 - Inizia l'era Ferlaino
Dal 1950 al 1959 - I gol di Jeppson, Pesaola e Vinicio non bastano
Dal 1960 al 1968 - La prima Coppa Italia e gli oriundi
Dal 1981 al 1984 - Krol ed il ritorno degli stranieri in Italia
Dal 1999 al 2003 - Qualche gioia con Novellino, arriva il fallimento
Dal 2009 al 2012 - L'era Mazzarri con i tre tenori
Dal 2013 al 2015 - Il Napoli internazionale con Benitez
Dal 1896 al 1926 - Dagli Inglesi del Naples all'Internapoli