Calciomercato: Napoli, ecco Regini. Corre verso Sarri

Niente asta per Barba: c'e lo Stoccarda. Pressing per il difensore della Samp

corrieredellosport.it
01/29/2016 09:21
corrieredellosport.it

ROMA - E alla fine spunta il Vasco. Il mercato del Napoli cambia direzione all'improvviso: il nuovo favorito nella corsa a occupare la casella lasciata libera in difesa da Henrique, tornato in Brasile, è ora Vasco Regini. Sì, il mancino della Samp che ha già lavorato con Sarri all'Empoli proprio come Federico Barba, fino a ieri il più serio candidato a riabbracciare il maestro anche in azzurro, salvo poi finire seriamente nel mirino dello Stoccarda. Già, proprio così: perso Zukanovic, finito alla Roma, a un certo punto i tedeschi hanno puntato forte su Barba, e così il Napoli, soprattutto per evitare aste di ogni di tipo, ha cominciato a trattare con la Samp. Nel testa a testa, insomma, Regini è balzato in pole: resta da definire la formula che, stando ai discorsi andati in scena ieri a Milano, parlano di un prestito con diritto di riscatto.


GLI ALLIEVI - E allora, corsi e ricorsi: perché Regini, a inizio mercato, era stato proposto da Ferrero nell'ambito di un ipotetico affare- Strinic con la Samp, ma poi era finito in archivio insieme con l'idea e dietro tutti gli altri nomi mesi in fila per chiudere il cerchio della difesa azzurra. Nell'ordine: Maksimovic, Tonelli, Barba e dunque lui. Di nuovo lui, Vasco da Cesena: mancino di piede e di fascia che agisce anche al centro, 25 anni e due stagioni con Sarri a Empoli dal 2011 al 2013. Elemento fondamentale: come i colleghi ancora empolesi, anche lui è un (ex) allievo già pronto per recitare a memoria i delicati e complessi meccanismi della linea difensiva del tecnico del Napoli. Tra l'altro, fu proprio Sarri a farlo giocare da difensore centrale, nonostante la naturale predisposizione alla fascia sinistra: proprio la posizione in cui si è esibito nella sfida di domenica a Marassi contro Higuain e soci.


GLI INCONTRI - La virata, insomma, ha preso corpo ieri, soprattutto dopo l'affondo dello Stoccarda su Barba (22): perso Zukanovic, i tedeschi hanno accelerato sul difensore dell'Empoli, salvo poi raffreddarsi gradualmente nel corso della giornata. E il Napoli? Sempre vigile, ma per nulla convinto di infilarsi in un'asta: e così, Regini. Ritenuto altrettanto affidabile e altrettanto gradito a Sarri: i primi contatti, datati giovedì, si sono fatti più intensi nel corso della giornata, tanto che a un certo punto a Milano è andato in scena anche un incontro tra il ds Giuntoli e il presidente della Samp, Massimo Ferrero. Un segnale inequivocabile. Positivo anche il faccia a faccia tra il Napoli e il manager di Regini, Andrea Cattoli.

10maggio87 TV

2018-19 - Serie A - Napoli-Sampdoria 3-0
2018-19 - Serie A - Sampdoria-Napoli 3-0

Argomenti correlati