Calciomercato Napoli, Milik sbarca oggi, rilancio per Icardi, Tolisso dice no

Visite mediche per l’attaccante polacco. Assalto a Maurito: Gabbiadini nell’affare. Il francese non lascia il Lione

corrieredellosport.it
07/28/2016 10:08
corrieredellosport.it

DIMARO - Domani è sempre un altro giorno: però anche ieri lo è stato, perché il mercato non fa sconti, spazza via gli aggiornamenti in tempo reale, ti trascina sulle montagne russe, dalle quali - almeno sino all’ultimo secondo - non si esce più. Avanti, forte: e si passa da Milik a Tolisso, si ritrova (ancora) la corazza di Maksimovic, restano nell’ombra Diawara e Mbaye, compare vagamente defilato Stevan Jovetic che s’affianca a Bacca, ma il dominio assoluto è di Maurito Icardi, l’oggetto del desiderio d’un Napoli che fa (tremendamente) sul serio, restando sulla riva del fiume ad aspettare che l’Inter decida ad ogni rilancio.



BRACCIO DI FERRO - Il progetto è chiaro e, basta prestare attenzione, prevede mosse seducenti a quarantotto ore di distanza, fors’anche meno: la scelta del Napoli per il futuro si chiama Icardi (23) e la volontà è di resistere ad oltranza, andando a raschiare il fondo del barile del bilancio finché sarà «umanamente» possibile. I 42 milioni iniziali sono diventati rapidamente 45 e poi si sono trasformati in 50: ma adesso stiamo a 52 e, volendo, il tavolo della trattativa potrà essere allargato, per fare in modo che l’Inter abbia la possibilità anche di trovare contemporaneamente un centravanti che (eventualmente) faccia al caso suo, inserendo nell’affare Gabbiadini e, chiaramente, «tagliando» la liquidità. È una «guerra di nervi», ma anche una cascata di milioni, però c’è un momento in cui il Napoli dirà basta e si rivolgerà altrove, ripenserà semmai a Carlos Bacca (30), ch’è tatticamente distante da Sarri o magari sonderà ancora l’Inter per provare a capire quali e quanti margini d’intervento ci siano per avere Stevan Jovetic (27), un’idea dell’ultima ora che consentirebbe di avere in organico un estroso attaccante che sa stare a destra, a sinistra e pure nel mezzo.


NO A 37 MILIONI - Ma oltre la cortina della riservatezza, ecco spuntare Milik (22), pronto per le visite mediche, per rendere ufficiale ciò che adesso è ufficioso, per andare a rinforzare un settore in cui va colmato il vuoto che s’avverte. E’ però solo il primo passo, perché il Napoli ha deciso di non indietreggiare, di restare inchiodato all’Inter, di farle sentire la propria pressione, presentandosi con un cash che torna comodo a chiunque, vista l’entità. Ma, intanto, non sono bastati trentasette milioni e cinquecentomila euro per arrivare a Tolisso del Lione e dev’essere un segno del destino pure questo, dopo la sfida senza limiti per Gonalons: stavolta è finita prima, con tanto di comunicato ufficiale sul sito del club, che ha immediatamente azzerato il chiacchiericcio su visite mediche ormai imminenti. «L’Olympique Lione è lieto di annunciare che Corentin Tolisso ha deciso di rimanere nonostante l’offerta di 37,5 milioni di euro, di cui 7,5 di bonus».

Argomenti correlati