Montreal, è caso Drogba: rifiuta la panchina

L'ivoriano non ha accettato la scelta del tecnico degli Impact per il derby con Toronto (2-2)

corrieredellosport.it
10/17/2016 09:22
corrieredellosport.it

MONTREAL (Canada) - Un paio di giorni fa, in Spagna, lo davano verso il Napoli. E in effetti il rapporto tra Didier Drogba e i Montreal Impact si sta velocemente deteriorando. L'attaccante ivoriano, non al 100% della condizione (aveva saltato l'ultima partita causa mal di schiena), si è rifiutato di andare in panchina nel derby con il Toronto di Giovinco, penultimo match della regular season che di fatto ha permesso al club di Saputo di staccare il biglietto per i playoff con un turno d'anticipo. A confermare quelli che inizialmente erano soltanto rumors è stato lo stesso tecnico degli Impact, Mauro Biello. "Si è rifiutato di andare in panchina e anche di essere tra i convocati - ha detto il tecnico di origini italiane, ma canadese di nascita -.  Ho dovuto prendere quella che credo fosse la miglior decisione per la squadra. Avrebbe potuto darci una mano entrando dalla panchina. E' un peccato che tutto ciò sia successo alla vigilia di una partita così importante". Il suo posto, in campo, lo ha preso Matteo Mancosu. "Con lui c'è più transizione e inoltre pressa la linea difensiva avversaria" ha spiegato Biello, che all'ultima giornata dovrà affrontare il 23 ottobre, in trasferta, i New England Revolution.


La frattura, insomma, è evidente. Il contratto di Drogba scadrà a gennaio, ma è probabile che l'ivoriano possa rescinderlo prima, in caso di eliminazione immediata della sua squadra dai playoff. 


Per la cronaca, il derby canadese è finito 2-2: doppietta dell'ex Lecce Ignacio Piatti per gli Impact, gol di Altidore e Rickets (con lo zampino di Giovinco) per gli ospiti. A distanza di due ore dal match, Drogba ha voluto comunque manifestare la sua gioia con un tweet per la seconda, storica, qualifcazione ai playoff. 

Argomenti correlati