Napoli avanti in Champions, il regalo è Kalinic

Il presidente De Laurentiis pronto a investire. Primo obiettivo: un centravanti vice Milik

corrieredellosport.it
12/06/2016 09:00
corrieredellosport.it

LISBONA - E quando sarà finita, leggendo i risultati, sarà come allungare lo sguardo anche sul conto in banca: perché il calcio è un affare di cuore, ma muove tanti soldi, li sposta alla velocità della luce e (virtualmente) procede con un bonifico a futuro memoria ch’è variabile ma garantito. Il referendum, stavolta, non ha bisogno d’exit poll, perché a Benfica e/o a Napoli, al triplice fischio, potrà interessare - of course - il market pool, quella combinazione complicata che destina nel tempo, nel breve periodo, i proventi dell’universo commerciale che dominano la Champions: e così, fatte rapide e neanche troppo ottimistiche previsioni, al Da Luz balleranno una ventina di milioni di euro di market pool più sei che spettano a chi accede agli ottavi, una scorpacciata di danaro che non ti cambia la vita ma te la migliora, te la agevola, spalancandoti altre porte, tra cui quelle del mercato. Perché i Progetti dipendono anche dal Dio danaro, dalla forza economica che ti riconosce il campo, creando un’elite sul campo e gonfiandone le opportunità: Benfica-Napoli è prestigio, e ci mancherebbe, ma anche fertilità, tutto ciò di cui parlano spesso gli allenatori ed anche i presidenti.

Argomenti correlati