Hysaj: «Con Milik e Pavoletti siamo più forti»

Il difensore del Napoli: «Arek sta bene adesso e sarà un'arma in più. Pavoletti si sta integrando bene»

corrieredellosport.it
01/13/2017 19:53
corrieredellosport.it

NAPOLI - Lo sciagurato autogol di sabato scorso con la Sampdoria non gli ha tolto né il sonno, né il sorriso. D'altronde ci hanno poi pensato Gabbiadini e Tonelli a regalare al Napoli una vittoria in extremis che è di importanza fondamentale. Per questo Elseid Hysaj può parlare con serenità e con qualche soddisfazione del momento suo personale e della sua squadra. Soprattutto può parlare delle soddisfazioni che con la maglia azzurra si sta prendendo ed anche di quelle che verranno.

«Marcare Cristiano Ronaldo - dice ai microfoni di radio Kiss Kiss - significa realizzare un sogno. Io ero un bambino che ammirava i campioni del Real Madrid come idoli e adesso me li ritroverò di fronte. In qualche modo è un coronamento di ciò che ho fatto sinora in carriera. Sarà una sfida di grande bellezza e sappiamo tutti che per giocarcela dovremo dare tutto e dimostrare attraverso il nostro gioco di poter essere alla loro altezza».


IL SOGNO - Più in generale, per Hysaj "vincere a Napoli sarebbe un sogno". «Siamo un gruppo forte - dice l'albanese - che sta crescendo e dobbiamo proseguire su questo percorso». Il difensore esprime il suo entusiasmo per il rendimento in azzurro e rivela anche le sue sensazioni in vista dell'anno che sta arrivando. «Veniamo da un 2016 in cui abbiamo ottenuto grandi risultati. Nel girone di andata, nonostante qualche infortunio come quello di Milik, siamo riusciti a restare al vertice della classifica ed a proporre un gioco bello unito ai risultati».



GRANDI POTENZIALITA' - «Io sono certo - spiega Hysaj - che questa squadra potrà dare ancora di più, stiamo seguendo tutti le indicazioni di Sarri ed è molto bello vedere che siamo apprezzati non solo per le vittorie ma anche per l'organizzazione e per la qualità dei nostri schemi. Penso che il 2017 per noi possa essere un anno bellissimo». Domenica c'è il Pescara, una squadra che al debutto dell'andata costrinse gli azzurri al pareggio. «Sicuramente - osserva il difensore - siamo migliorati tantissimo, abbiamo smussato ancora alcuni difetti e stiamo percorrendo la strada giusta. All'andata a Pescara trovammo un avversario che fece un gran match e proprio per questo sappiamo che ci aspetterà una gara difficile anche stavolta. Il Pescara gioca a viso aperto, esprime un bel calcio e quindi ci vorrà massima attenzione per poter imporre la nostra manovra».


MILIK E PAVOLETTI - Una mano per vincere potrà darla ora nuovamente Milik, definitivamente guarito dopo la rottura del crociato. «Arek - spiega Hysaj - sta bene, è un calciatore fantastico e sarà una nostra arma in più Nel calcio ci sta che ci si possa infortunare ma è importante sapersi rialzare e tornare più forti di prima. Pavoletti - conclude - è qui con noi da alcuni giorni e devo dire che si è subito mostrato un ragazzo eccezionale e disponibilissimo. È un attaccante forte e molto generoso che ci darà ulteriore spinta in avanti».

10maggio87 TV

2016-17 - Serie A - Napoli-Pescara 3-1
2012-13 - Serie A - Napoli-Pescara 5-1

Argomenti correlati