Napoli, Sarri show: «I tifosi sognano. Io no, non ricordo un c...»

Alla vigilia della sfida di domenica sera col Palermo, il tecnico napoletano non bada al Real Madrid. E su Gabbiadini: «Non so nulla della cessione. L'ho valorizzato»

corrieredellosport.it
01/28/2017 14:51
corrieredellosport.it

NAPOLI - È un Maurizio Sarri in gran forma quello che si presenta in conferenza stampa alla vigilia del match di domenica sera tra Napoli e Palermo al San Paolo, per la 22a giornata di Serie A. Gara che il tecnico napoletano considera molto ostica: "Sarà una partita delicata e importante. L'occasione giusta per dimostrare la crescita di mentalità. Loro hanno individualità importanti. E fuori casa sono molto insidiosi". Per l'allenatore, il posticipo di domani sarà un vero e proprio "match della verità", nell'ottica di quella continuità che si acquisisce solamente non sottovalutando le gare in cui si arriva da favoriti.


REAL - E quando si prova a virare la sua attenzione sulla grande attesa che aleggia in città per l'ottavo di finale di Champions League contro il Real Madrid, la risposta è: "In questo momento ci interessa soltanto battere il Palermo. Cosa non scontata". Poi Sarri spiega che non sottovaluta certo il fascino della sfida europea, ma la squadra deve pensare gara per gara: "I tifosi devono sognare. Noi dobbiamo pensare a preparare ogni partita al massimo". E lui sogna? "Io non sogno o, se sogno, non ricordo. Sarà un fatto d'età, ormai non ricordo più un c...o".


MERCATO - Il mister concedere qualche parola anche al calciomercato del Napoli, che ha visto di recente il rifiuto di El Kaddouri di trasferirsi all'Empoli, e soprattutto la questione Gabbiadini: "La società non mi ha detto nulla di una sua cessione - dice Sarri -. Con noi ha la migliore media realizzativa della sua carriera. secondo me l'ho valorizzato", Quanto alla squadra anti-Palermo: "Leandrinho non l'ho visto. Maksimovic sta bene, Ghoulam ha bisogno di tempo, anche Strinic è da valutare."

Argomenti correlati