Calciomercato Napoli, sogni da 100 milioni

Le parole di Sarri, le suggestioni del mercato, le mosse del club partenopeo per rinforzarsi

corrieredellosport.it
05/03/2017 07:55
corrieredellosport.it

NAPOLI - Facciamo un gioco (possibile, praticabile, un po’ realistico un po’ no) che trasformi il calcio, per un momento, in una specie di fantamercato, in cui si ha percezione d’essere ben dentro a una favola, che però va vissuta. L’ha detto Sarri, domenica sera, molto tardi, per sottolineare un aspetto ch’è indiscutibile, perché se risultati hanno un senso - e ce l’hanno - vuol dire che questo Napoli, quello che da otto anni va in Europa, da tre segna oltre cento gol (e ne manca uno solo per raggiungere il traguardo), è forte, nel senso letterale del termine: lo è per essere considerato «grande», al fianco delle altre anti-Juventus, molto più che una dominatrice, verrebbe da dire una Monarca. «Per rinforzare quest’organico e renderlo ancora più competitivo, servirebbero acquisti da 80-100 milioni e non penso che questo il Napoli possa permetterseli».

E’ una verità, che testimonia il valore raggiunto del club. Il Napoli per filosofia, per potenzialità intrinseche, non può entrare in «conflitti» con le superpotenze, rilanciando fiche sul tavolo del mercato: e dunque, evitando persino ogni suggestione, non ci sarà spazio per perdersi nelle estati che verranno sulle tracce di Bale (i famosi cento milioni) o su profili del genere. Però, in questa dimensione onirica, il Napoli s’è intrufolato, l’ha fatto attraverso le proprie conoscenze (l’epoca Benitez ha indotto alla svolta) e recentemente con ulteriori competenze.

Argomenti correlati