Napoli, nuovo tentativo per Suarez. Ma prima c'è Verdi

Il Barcellona dice no, ma il club ha un piano per il futuro. De Laurentiis, intanto, ha tutto pronto per l'attaccante italiano, compresa l’offerta al Bologna: 15 milioni

corrieredellosport.it
01/08/2018 09:03
corrieredellosport.it

NAPOLI - Dentro o fuori: senza aver più dubbi, né perplessità, scegliendo (e dunque decidendo) in questa settimana di vacanze utile per riflettere liberamente, serenamente, nelle serate in cui non ci sarà la tensione delle partite che verranno e né l’adrenalina. Il piano-Verdi è stato programmato nei minimi dettagli, con contatti che ormai sono quotidiani e posizioni da definire però abbozzate: il Napoli ha scelto lui, ci crede ed è disposto ad attenderlo; il Bologna è stato avvisato, interpellato e persino sollecitato ad avanzare una valutazione, dopo avergli sussurrato un’offerta; e al resto, nel caso di un no, si penserà poi.


ENIGMA - Verdi è l’esterno offensivo sul quale il Napoli hapuntato (e forte) per i prossimi cinque mesi: può giocare a sinistra (facendo rifiatare Insigne), può sistemarsi a destra (e riposerebbe Callejon), può persino - volendo - alternarsi con Mertens (aspettando Milik o in alternativa Inglese che è sempre lì) e può arricchire di talento (Sarri dixit) una squadra che altro non vuole. Verdi è il genietto per il quale il Napoli s’è già lanciato, lasciando intuire al Bologna che arriverebbe a spendere una quindicina di milioni di euro, cinque in meno di quelli che aspettano Fenucci & Bigon, rispettivamente ad e ds d’un club con il quale gli affari, in passato, non sono mancati: non c’è una distanza abissale (pur nel rispetto che si deve per una cifra che agli umani fa impressione) e nel caso in cui Verdi dica sì, è lecito sospettare che le parti possano avvicinarsi sino a concludere.

Argomenti correlati