Carnevali: «La Juventus ci ha solo chiesto se avessimo chiuso con il Napoli»

L'ad del Sassuolo: «I nostri rapporti con gli azzurri restano ottimi»

corrieredellosport.it
02/01/2018 17:58
corrieredellosport.it

REGGIO EMILIA - «I nostri rapporti con il Napoli sono ottimi. E' stato motivo di orgoglio per noi constatare l'interesse verso Politano. Ma a gennaio non cediamo facilmente i nostri calciatori». Giovanni Carnevali, ad del Sassuolo, ha parlato così della lunga trattativa, sfumata, tra i neroverdi e il club di De Laurentis. Alla società di Squinzi resta un giocatore che voleva andare al Napoli e il mancato introito di una cifra considerevole, pare 28 milioni: «Tenere un giocatore che voleva andare via può essere un rischio - ha aggiunto Carnevali - ma lui sa di aver firmato con noi un contratto di cinque anni. Gli abbiamo parlato, se ci saranno altre opportunità ne discuteremo a giugno. Le cifre sono inferiori rispetto a quelle che sono trapelate. Le nostre pretese non erano tanto economiche quanto tecniche».


TRATTATIVA - Carnevali fa chiarezza sui tempi della trattativa: «Ci poteva interessare Caprari, ma la Samp non lo cedeva. Ci sono stati molti fraintendimenti. Quella col Napoli era una trattativa che durava da tempo e non è vero che abbiamo discusso fino a poche ore dalla conclusione del mercato», ha detto. E la presunta interferenza della Juventus? «Ci ha chiesto solo - ha detto Carnevali - se avessimo chiuso col Napoli. Noi abbiamo detto no e che probabilmente non si sarebbe chiusa, loro hanno chiesto in funzione del problema di Cuadrado (infortunato, ndr), ma non si è mai parlato di cifre, non è servito ad alzarle».

Argomenti correlati