Sarri: «Il Napoli merita la qualificazione»

Il tecnico alla vigilia della gara contro il Benfica: «Gabbiadini o Mertens? Uno forte andrà in panchina, anche perché subentrando potrebbe essere determinante»

corrieredellosport.it
12/05/2016 20:55
corrieredellosport.it

LISBONA - "Sappiamo che giocheremo in uno stadio caldissimo, ma noi vogliamo qualificarci. Lo meritiamo". Maurizio Sarri, tecnico del Napoli, presenta così la sfida decisiva per il passaggio del turno in programma domani a Lisbona contro il Benfica. Nel corso della conferenza stampa, iniziata in ritardo per colpa di un incidente stradale che ha bloccato il cammino della squadra dell'aeroporto verso lo stadio, il tecnico ha spiegato: "Sarà una partita diversissima da quella dell'andata: sarà difficile. E' una finale. Giocare per il pareggio non fa per noi. Il nostro obiettivo è vincere il girone. Sarà una partita fondamentale e di grande importanza, ma in futuro voglio giocarne altre che lo saranno ancora di più".


LA FORMAZIONE - "Non so neanche io chi gioca ora. Mi sembra una partita in cui vedo la necessità di avere un giocatore in grado di cambiare l'inerzia dalla panchina. Uno forte andrà sicuramente in panchina perché sarà determinante una accelerata. Mertens può fare il centrale ma anche l'attaccante esterno, quindi potrebbe restare fuori anche un altro compagno". Tutte le possibilità sono aperte, quindi, anche una partenza di Insigne in panchina con Mertens a sinistra e Gabbiadini al centro. Tutto dipende da come andrà, ma Sarri ha già le idee chiare: "La gara - afferma il toscano - può cambiare violentemente nella fase finale. Nei primi 60'-70' si giocherà con equilibrio, tecnica, poi nel finale per forza di cose una delle due dovrà prendersi rischi enormi e portarla su aspetti meno tattici". 

Argomenti correlati