Napoli-Real Madrid: «Sergio Ramos, il capo benedetto»

Il giorno dopo gli ottavi di Champions League la stampa spagnola è tutta ai piedi del difensore spagnolo che, da solo, ha eliminato un superbo Napoli 

corrieredellosport.it
03/08/2017 09:36
corrieredellosport.it

NAPOLI - Il Napoli esce a testa alta dalla Champions League, consapevole di essere un club che può competere ad altissimi livelli. La squadra di Sarri lascia il San Paolo immerso negli applausi dei suoi tifosi, orgogliosi di undici leoni che hanno tenuto testa al Real Madrid di Ronaldo, Bale, Benzema, ma soprattutto Sergio Ramos. il difensore spagnolo, con la sua doppietta, ha condannato il Napoli e regalato la qualificazione alle merengues nel momento più difficile della partita. La sua prestazione di ieri ne ha esaltato ulteriormente le doti da risolutore, come se per un giocatore capace di segnare due gol in due diverse finali di Champions League ce ne fosse stato bisogno. Il giorno dopo, infatti, la stampa spagnola è tutta per lui. "Marca" incorona Ramos vero condottiero di questo Real dedicandogli un titolo emblematico della serata: «Il Capo, con lui fino alla fine del mondo».

 "As" parla di giocatore «benedetto», di «bomber eterno», «il giocatore che risolve tutti i problemi del Real Madrid».  Anche un quotidiano che si schiera apertamente con il rivale di sempre del Real Madrid, il Barcellona, come il "Mundo Deportivo", spreca gli aggettivi per descrivere le qualità del capitano blanco. «Ramos salvatore» è il denominatore comune di tutte le prime pagine dei quotidiani e dei siti spagnoli e, come successo per i tifosi dell'Atletico Madrid, Sergio ricorrerà spesso negli incubi dei tifosi del Napoli che, altrimenti, avrebbero forse potuto festeggiare una vittoria contro i Campioni d'Europa.

Argomenti correlati