Napoli, il preliminare di Champions League è un rischio: ecco perché

La qualificazione ai gironi permetterebbe di programmare meglio la prossima stagione. Ma a preoccupare i tifosi c'è anche una statistica poca confortante

corrieredellosport.it
05/15/2017 10:35
corrieredellosport.it

ROMA - I playoff di Champions League, l'incubo delle italiane. L'ultima squadra a superarli è stata il Milan, nella stagione 2013/2014, contro il Psv: poi il ko del Napoli contro l'Athletic Bilbao, dunque quello della Lazio con il Bayer Leverkusen e infine la Roma contro il Porto. Il Napoli, se dovesse arrivare terzo, conoscerà la sua avversaria il 4 agosto: l'andata si giocherà il 15 o il 16, il ritorno il 22 e 23. Doppia sfida a cavallo dell'esordio in campionato: la Serie A, infatti, comincerà domenica 20 agosto, con gli azzurri che in tal caso anticiperebbero senza dubbio il loro debutto al sabato. Tre anni fa, invece, i playoff della squadra di Benitez contro il Bilbao furono il 19 e il 27 agosto, prima dell'inizio della Serie A, il 31 agosto, in casa del Genoa (1-2). Il Napoli sarà testa di serie, datp l'ottimo ranking (attualmente 17esimi) di cui dispongono gli azzurri. Ma con il regolamento in vigore per il trienno 2015-2018, non è detto che la squadra di Sarri peschi un'avversaria sulla carta più abbordabile, vista la separazione tra i playoff tra "campionesse" e "piazzate".


COPPE MALEDETTE - Ciò che preoccupa, però, è la poca dimestichezza del Napoli di Sarri, in questi ultimi due anni, nelle doppie sfide di coppa. Nella stagione 2015/2016, gli azzurri sono usciti ai sedicesimi di Europa League, dopo un girone da record, contro il Villarreal, perdendo all'andata in Spagna (1-0) e pareggiando al San Paolo (1-1). Anche quest'anno, non è andata benissimo: fuori con il Real Madrid agli ottavi di Champions (3-1 e 1-3) e fuori con la Juventus in semifinale di Coppa Italia (3-1 e 3-2). I precedenti, dunque, sono preoccupanti.


L'ASPETTO ECONOMICO - Il playoff, o preliminare come dir si voglia, è rischioso anche dal punto di vista economico e della gestione del mercato. I 40 milioni di euro garantiti dalla qualificazione alla fase a gironi restano ovviamente in bilico fino all'ultimo e il rischio è di dover aspettare, a patto che ci si riesca, l'ultima settimana di mercato per tentare il colpo che possa arricchire la rosa.


L'ASPETTO TECNICO - Sarà difficile prepare anche la stagione dal punto di vista fisico, Sarri è stato chiaro: se si prova ad arrivare al top della forma per i preliminari, si rischia di compromettere il campionato. Se si arriva con addosso i carichi estivi, si rischiano di compromettere i preliminari, possibilità di qualificarsi ai gironi e, inevitabilmente, le casse del club. Di positivo c'è solo il futuro, non solo per il Napoli: dalla prossima stagione, infatti, si qualficheranno 4 club italiani direttamente alla fase a gironi. Manna dal cielo.

10maggio87 TV

2014-15 - Champions League - Athletic Bilbao-Napoli 3-1
2014-15 - Champions League - Napoli-Athletic Bilbao 1-1

Argomenti correlati