Champions League, Nizza-Napoli 0-2: Callejon-Insigne, Sarri ai gironi

Balotelli e compagni affondati anche all'Allianz Riviera: le squadre italiane alla fase a gruppi tornano ad essere tre dopo anni

corrieredellosport.it
08/22/2017 20:25
corrieredellosport.it

ROMA - Dominio e castigo: il Napoli scrive un altro capolavoro dopo il 2-0 dell'andata e schianta il Nizza anche a domicilio dominando la partita dall'inizio alla fine. All'Allianz Riviera sono Callejon e Insigne a impersonare la sentenza che elimina i francesi e lancia la squadra di Sarri ai gironi di Champions, riportando tre squadre italiane alla fase a gruppi dopo quattro anni: l'ultima volta avvenne nella stagione 2013/2014, con il Milan che superò il preliminare contro il Psv aggiungendosi proprio a Napoli e Juventus. Sarà terza fascia per gli azzurri, visto che il Siviglia riesce soffrendo a eliminare il Basaksehir e a guadagnare l'ultimo posto disponibile per il secondo gruppo. 


MERTENS C'E'. SNEIJDER E BALO ANCHE - Napoli in maglia azzurra e con la formazione tipo: Mertens recupera dalla botta al piede rimediata in campionato. Favre si gode Seri forse per l'ultima volta prima del trasferimento al Barcellona e lancia le frecce della disperazione: dentro dal 1' sia Sneijder che Balotelli. Proprio l'olandese dopo cinque minuti trova la prima conclusione della partita, facile per Reina. Callejon replica immediatamente, mandando alto sulla traversa. Sulla destra Hysaj-Saint Maximin danno vita a un gran duello, con Jallet pronto ad approfittare delle frequenti discese del terzino di Sarri. Arriva anche il primo giallo della partita, è per Seri che stende da dietro Mertens lanciato in contropiede. Ancora il centrocampista protagonista in negativo per la sua squadra pochi minuti dopo: impreciso il suo passaggio all'indietro per Dante, Mertens ruba palla e tempo al difensore grazie al suo pressing alto e conclude a botta sicura verso Cardinal che si salva in angolo.

MURO KOULIBALY, MERTENS SCATENATO - Il gioco degli azzurri è tanto dispendioso quanto avvolgente e intrigante: spazi di gioco occupati in sincronia e precisione, tempi di passaggio e inserimento impeccabili, appena i ritmi altissimi dei primi minuti perdono d'intensità la manovra degli uomini di Sarri prende il sopravvento grazie anche a un Koulibaly insuperabile e a un Mertens scatenato. Un tunnel a Dante gli procura una preziosa punizione al 20', deviata in angolo dalla barriera, poi dal corner la palla scorre in area piccola con tre uomini del Napoli che non riescono a spingere la sfera in porta. Ancora Mertens travolgente in contropiede un minuto dopo, il belga fa tutto bene tranne la conclusione, alta. Ci prova Insigne allora, dopo una bella iniziativa di Saint-Maximin per il Nizza: destro ancora deviato da Dante in angolo. Nel finale di tempo ancora Mertens su cross di Ghoulam sfiora il primo palo della porta avversaria, il Napoli è padrone della partita ma non trova il colpo che metterebbe la qualificazione in cassaforte.


CI PENSA CALLEJON. PALO DI MERTENS - Il dominio del primo tempo lascia subito spazio al castigo: Insigne in verticale per l'inserimento di Hamsik sulla sinistra, palla forte dentro sul secondo palo per l'immancabile inserimento di Callejon che di prima scaraventa il pallone alle spalle del portiere: è il terzo minuto della ripresa e il Napoli si mette in tasca la qualificazione. Il Nizza sbanda, Mertens prova a stenderla subito dopo: gran destro dal limite che batte Cardinal, salvato solo dal palo. A questo punto al Nizza servirebbero quattro gol per ribaltare tutto, evento che andrebbe oltre la definizione di miracolo, ma perdere davanti al proprio pubblico non piace a nessuno e i francesi provano una timida reazione: Saint Maximin si fa più intraprendente, Jallet prova la conclusione al volo, Balotelli si guadagna un angolo e Sneijder chiede il rigore per una sua conclusione respinta da Raul Albiol con il braccio attaccato allo sterno: tutto regolare. 


LA CHIUDE INSIGNE - Esaurite le fiammate francesi, il Napoli torna ad accelerare - grazie anche a Sarri che nota la frenata e inserisce un fresco Zielinski per Hamsik - e Insigne va a un passo dal raddoppio poco dopo l'ora di gioco. Il folletto di Sarri ci riprova imbeccato proprio da Zielinski, ma il suo destro è centrale e facile per Cardinal. Entra anche Rog per Allan, Zielinski ci prova in diagonale mentre Balotelli esce tra cori e fischi. Forcing furioso del Nizza a impegnare Reina - miracoloso su Ganago - e Mertens che impegna Cardinal, Diawara per Jorginho e una punizione di Sneijder. Sembra finita, non per Insigne che controlla una palla vagante al limite dell'area e al volo scarica il destro a fil di palo imparabile per Cardinal. Spietato e bello, come questo Napoli che si presenta con fascino ed eleganza al Gran Galà della Champions League.

Argomenti correlati