Insigne: «Barcellona sogno di tutti, ma ora penso al Napoli»

L'attaccante è stato decisivo anche contro il Nizza ai preliminari.

corrieredellosport.it
08/22/2017 21:47
corrieredellosport.it

NIZZA (FRANCIA) - «Tornare in Champions League era quello che volevamo, il Napoli è una squadra che merita i grandi palcoscenici. Abbiamo sempre imposto il nostro calcio e penso che la qualificazione sia meritata». Esulta José Maria Callejon, autore del primo gol nella vittoria per 2-0 sul campo del Nizza: il Napoli è alla fase a gironi di Champions League, l'obiettivo è raggiunto.


INSIGNE - Migliore in campo è stato Lorenzo Insigne, imprendibile per i difensori del Nizza. «Abbiamo fatto una grande gara - ha detto a Mediaset Premium - giocando da squadra. Non era facile, loro sono una buona squadra, ma noi siamo sempre rimasti uniti e non abbiamo mai perso la testa. Ferrara dice che non sfigurerei nel Barcellona? Lo ringrazio, ma io voglio continuare a fare bene con questa maglia. Barcellona è il sogno di tutti, si sa, ma ora mi interessa giocare con questa maglia. Abbiamo dato una grande prova di maturità, ma dobbiamo subito tornare concentrati per la sfida contro l'Atalanta, che l'anno scorso ci ha messo in difficoltà. Noi non dobbiamo pensare di essere l'anti Juventus, dobbiamo solo pensare a fare il nostro campionato. Lo stesso discorso vale per la Champions: dobbiamo solo pensare a fare bene, poi chi meriterà di passare, passerà».

KOULIBALY - Soddisfatto anche Kalidou Koulibaly, l'uomo che ha annullato Mario Balotelli con una grande prestazione: «Era una partita molto difficile, il Nizza avrebbe giocato in attacco ma noi ci siamo comportati come sempre, provando a impostare il nostro gioco - ha detto a Mediaset Premium -. Potevamo segnare già nel primo tempo, per fortuna l'abbiamo sbloccata e poi chiusa nella ripresa. Il mio duello con Balotelli? È un giocatore molto pericoloso, ma eravamo concentrati su di noi più che sui singoli avversari. Il Real Madrid ormai è superato: ora siamo nei gironi, vogliamo andare avanti. Stiamo migliorando nel difendere tutti assieme, è molto importante perché questo è un gruppo davvero unito. Insigne il Neymar italiano? È un giocatore importante, ma non direi il Neymar italiano: è semplicemente Insigne, è forte e merita tutti gli apprezzamenti che gli fanno».

Argomenti correlati