Gattuso: «La vittoria è per mia sorella. Rinnovo? Non penso solo ai soldi»

Il tecnico del Napoli commosso in diretta tv dopo la conquista della finale di Coppa Italia: “Ringrazio tutto il mondo del calcio. Juve? Ce la giochiamo, la squadra è convinta”

corrieredellosport.it
06/13/2020 22:38
corrieredellosport.it

NAPOLI - “Voglio ringraziare tutto il mondo del calcio, le persone che sono state vicine a me e alla mia famiglia. È stata dura. Dedico la finale ai miei genitori e a mia sorella”. Il primo pensiero di un commosso Rino Gattuso va alla sorella Francesca, scomparsa lo scorso 2 giugno a soli 37 anni. Il tecnico del Napoli ha conquistato l’ultimo atto di Coppa Italia dopo il pareggio del San Paolo contro l’Inter. “Grazie ai ragazzi per la gioia che mi hanno dato oggi. Siamo una squadra che ha tanta qualità, ma ancora dobbiamo imparare - ha detto a Rai Sport -. Non abbiamo i meccanismi giusti. sappiamo soffrire, anche se il primo gol l’abbiamo regalato, da polli. Non è stato un errore di Ospina, ma un errore di posizione della prima linea. La squadra ha fatto bene”.


"La squadra è convinta, lavora bene durante la settimana. Sono ragazzi che stanno dando tutto. Il livello è molto alto, son giocatori giovani e di qualità. In questo momento se riusciamo a fare le due fasi con umiltà, possiamo toglierci qualche soddisfazione. Rinnovo? Voglio vivere tutto con tranquillità, non penso solo ai soldi. Mi piace lavorare con persone che mi seguono e che mi stimano. Ho trovato una società che mi ha dato la possibilità di allenare giocatori forti, io voglio continuare: poi se mi parte la vena, sbrocco e posso andare a casa”.


"Dopo il gol di Mertens non è cambiato nulla, ci siamo liberati un po’. Non era facile. È strano tutto ciò che abbiamo fatto in questi mesi. Siamo stati bravi a fare meno danni possibile. È cambiato il mondo, non è facile e non è bello stare con le mascherine o stare a distanza. Ma tanto rispetto per tutti quelli che ci hanno lasciato. È devastante. Insigne? Ho un feeling buono con tutti, mi piace avere un rapporto buono con tutti. Spesso faccio fatica a scegliere. La permalosità la mettiamo da parte”. Mercoledì la finale contro la Juve: “Affrontiamo una squadra che è abituata a vincere, composta da grandi campioni. Ce la possiamo giocare. Sappiamo che dobbiamo fare una grande partita”.

10maggio87 TV

2019-20 - Coppa Italia - Napoli-Inter 1-1
2019-20 - Serie A - Napoli-Inter 1-3

Argomenti correlati