Gattuso: «Con l'Az mazzata incredibile. Serve un grande Napoli»

Il tecnico azzurro alla vigilia della sfida di Europa League in casa della Real Sociedad: "Siamo fortunati a giocare senza pubblico". Sulla visita di De Laurentiis: "L'orologio che mi ha regalato? Non lo metto per scaramanzia"

corrieredellosport.it
10/28/2020 18:41
corrieredellosport.it

SAN SEBASTIAN (Spagna) - Rino Gattuso è concentratissimo alla vigilia del match di Europa League sul campo della Real Sociedad, consapevole che il suo Napoli non può sbagliare dopo il ko casalingo all’esordio contro l’Az Alkmaar: “E’ una partita molto importante, ma ci sono ancora 15 punti a disposizione. Giovedì scorso abbiamo preso una mazzata incredibile – le parole dell’allenatore azzurro in conferenza stampa - domani sarà una gara molto difficile, sono d'accordo con l'allenatore della Real Sociedad che ci somigliamo, ci vorrà un grande Napoli. I cambi di formazione? Bisogna capire cosa vuol dire cambiare, abbiamo gli strumenti per valutare le condizioni fisiche dei giocatori, scenderà in campo chi sarà al cento per cento. Sicuramente faremo qualche cambio, ma saremo altamente competitivi”.


Ieri, a Castel Volturno, si è presentato il presidente Aurelio De Laurentiis per caricare la squadra, regalando a tutti orologi e pergamene in ricordo della Coppa Italia vinta a giugno: "Mi ha fatto tantissimo piacere - continua Gattuso - lui deve venire spesso, paga gli stipendi e ha grande responsabilità nei nostri confronti. Ieri s'è presentato con un bellissimo orologio e noi dobbiamo apprezzare tutto, perché questo è un periodo molto difficile per tutti. L'ho già messo? No, per scaramanzia no". Gattuso ha ben chiaro chi avrà di fronte: "Non c'è solo David Silva, è una squadra che ha grande senso di appartenenza. Siamo fortunati a giocare senza pubblico, perché qui è una bolgia. Si tratta di una squadra con grande mentalità. Sanno battagliare e giocare. Hanno tanti giocatori giovani e interessanti. Ripeto che ci vorrà un grande Napoli". Incalzato da una domanda, Gattuso focalizza la Real Sociedad: "Gioca da squadra, sanno cosa fare in fase di possesso e non possesso, hanno grandi talenti, ma anche qualità agonistiche, non è un caso che sono primi in classifica. Li affronteremo con le stesse armi, personalità, sapendo soffrire, con un blocco da squadra e le due fasi nel miglior modo possibile, non cose a metà. Quando dovremo portare 4-5 uomini nella loro metà campo dovremo farlo con convinzione, e poi soffrire nel caso contrario".


"Il presidente sa che (la clausola, n.d.r.) è un qualcosa che non mi piace, però la voglia di rimanere è tanta, sicuramente una soluzione si troverà - dice inoltre a Sky Sport parlando del suo possibile rinnovo di contratto - la cosa bella è che se anche se sono qui da quasi un anno si è creato un bel rapporto, non solo con il presidente, ma con tutte le persone. Io sto bene a Napoli e voglio rimanere qua, penso che una soluzione si troverà senza nessun problema".

Argomenti correlati