Insigne: «Porterò Napoli in capo al mondo»

L'attaccante risponde ai tifosi su Facebook: «Grazie per l'affetto che ci date, lo stadio era pieno anche in Serie C». Siparietto con Mertens: «Dai fastidio come sulle punizioni...»

corrieredellosport.it
04/26/2017 14:35
corrieredellosport.it

NAPOLI - Lorenzo Insigne si racconta ai tifosi del Napoli. Un botta e risposta pubblicato in diretta sulla pagina Facebook della società. Tanti i temi toccati, dall’infanzia al gol più bello. «Da piccolo pensavo sempre e solo al pallone, spero che i vostri sogni si possano avverare. Ho fatto tanti sacrifici, mi svegliavo presto e andavo a lavorare. Sono fiero di ciò che ho fatto». Non manca il messaggio d’amore alla città: «È stupenda. Abbiamo il Vesuvio, il mare e la mozzarella. Cercherò di portarvi in capo al mondo. Giocare nella propria città è una gioia immensa, un’emozione indescrivibile».


CURIOSITÀ - «I tifosi ci fanno sentire a casa, lo stadio era pieno anche in Serie C. L’affetto che c’è qui non ha eguali nel mondo». Insigne svela le tre partite più importanti mai giocate: «La finale di Coppa Italia contro la Fiorentina, quella dell’esordio col Parma e quella col Real al Bernabeu. Segnare lì non capita tutti i giorni». Curiosità varie. Perché indossa la maglia numero 24? «Perché mia moglie è nata il 24 settembre, mi sta portando fortuna». Pizza preferita? «Sto mangiando una margherita con provola e pepe, è buonissima. Il mio piatto preferito sono le orecchiette broccoli e salsiccia di mia moglie». Il gol più bello? «Su punizione al Borussia Dortmund». Infine ammette che il rapporto con i compagni di squadra è davvero stupendo: «Mi trovo bene con tutti, spero sia così anche per loro. In vacanza, invece, andrei con Sepe. La nostra amicizia va oltre il campo».


MERTENS IRROMPE IN DIRETTA – Divertente siparietto durante l’#AskLorenzo con Mertens che entra per disturbarlo: «Dai sempre fastidio come sulle punizioni. Queste cose capitano tutti i giorni. Jorginho, Milik e Mertens fatemi lavorare!».

Argomenti correlati