Insigne, striscione di pace: «Tutta Napoli è con te»

Esposto a Castel Volturno un messaggio d'amore dopo gli screzi di domenica. Ma sullo sfondo c'è l'incubo Raiola

corrieredellosport.it
04/10/2018 17:05
corrieredellosport.it

CASTEL VOLTURNO - I tifosi del Napoli sono con Lorenzo Insigne. Dopo lo screzio fra il talento azzurro e il pubblico domenica scorsa al San Paolo, è arrivato uno striscione davanti al centro sportivo di Castel Volturno a chiudere la polemica. “Forza Lorenzo, tutta Napoli è con te. Scriviamo la storia, facci sognare!”. Un messaggio d’amore che testimonia quanto sia forte il legame fra il popolo partenopeo e l’asso di Frattamaggiore, destinato a diventare una bandiera della squadra azzurra.

IL CASO - La difficile partita con il Chievo aveva fatto riemergere vecchi dissapori fra l’esigente pubblico del San Paolo e Insigne, fischiato dagli spalti dopo qualche errore di troppo in campo. Il numero 24 è finito nel mirino da qualche settimana soprattutto dopo i clamorosi errori in fase conclusiva nelle sfide con Inter e Sassuolo. Alla contestazione domenica ha risposto zittendo i tifosi allo stadio, prima di uscire imbronciato al fischio finale mentre i suoi compagni festeggiavano con un pubblico in delirio dopo il gol di Diawara al 93’ che aveva regalato i tre punti con il Chievo.

L'INCUBO - La paura dei tifosi è che dietro al comportamento di Insigne ci sia lo zampino di Raiola, che diventerà il suo procuratore dal 14 aprile 2019 dopo che sarà terminato il suo rapporto con la Doa Management, la società di Antonio Ottaiano, Fabio Andreotti e Franco Della Monica che attualmente lo gestisce. Insigne ha un contratto con il Napoli fino al 2022, rinnovato lo scorso aprile, con il presidente De Laurentiis che gli ha riconosciuto un ingaggio da top player.


LA MULTA - Intanto per Insigne non sono arrivate buone notizie dal giudice sportivo. Per l'ammonizione ricevuta domenica scorsa (proteste per il mancato secondo giallo a Depaoli) ha ricevuto anche un'ammenda di 1500 euro essendo la "sanzione aggravata perché capitano della squadra".

Argomenti correlati