Reja: «Juventus in affanno, il Napoli può vincere lo scudetto»

L'ex tecnico del club partenopeo in visita agli azzurri a Castelvolturno: «Sarri ha fatto un lavoro straordinario»

corrieredellosport.it
04/25/2018 13:01
corrieredellosport.it

NAPOLI - "Non dipende soltanto dal Napoli ma anche dalla Juve, bisogna vedere come stanno i bianconeri perché contro la squadra di Sarri li ho visti un po' in affanno, ma la Juventus è una squadra che quando arrivano i momenti decisivi tira fuori il massimo". Cosi', ai microfoni di Sky Sport 24, Edy Reja in visita agli azzurri al centro sportivo di Castelvolturno. "Sarri conosce bene la piazza e come l'affetto di questa gente riesce a trascinarti e a farti volare. Quando lavori a Napoli riesci a dare tutto - spiega l'ex allenatore dei partenopei -, soprattutto in un periodo come questo. Ho visto l'allenamento e i giocatori stanno bene fisicamente e mentalmente ed è con la testa che riesci a ottenere i risultati. Secondo me in questo momento il Napoli sta bene soprattutto di testa".



SARRI - "Sarri ha fatto un lavoro straordinario, da tre anni il Napoli gioca veramente alla grande e quest'anno ha toccato i picchi massimi, Maurizio ha portato il Napoli, insieme al presidente, dove è adesso. Mi diverto sempre quando vedo la squadra giocare, non solo in Italia, ma anche in Champions e in Europa League, forse l'eliminazione e' stata una fortuna perche' quando giochi il giovedi' poi non riesci a recuperare, adesso invece finalmente il Napoli può lottare per l'obiettivo che la gente aspetta da tanto tempo. La Juventus ha vinto sempre ultimamente, quindi se per una volta lascia un titolo per strada non succede niente, mentre qui sarebbe grande festa".



IL NAPOLI PUO' FARCELA - Per Reja il Napoli può farcela a patto che la Juve inciampi, se non in un ko, in un pareggio. "Questo è il momento decisivo, chi perde esce sconfitto, ma se i bianconeri dovessero perdere qualche punto nelle ultime gare e il Napoli agguanta la testa - ha concluso l'ex allenatore degli azzurri -, allora la squadra di Sarri va fino in fondo e non la prende più nessuno". (Ha collaborato Italpress)

Argomenti correlati