Bigon: «Insigne giocatore completo, per i giovani è un esempio»

Il ds del Bologna: "Sin da ragazzo rispondeva con personalità ai fischi. Ha dimostrato cosa deve fare un talento quando lascia il suo club: partire, dimostrare il valore sul campo e tornare"

corrieredellosport.it
11/19/2020 20:01
corrieredellosport.it

NAPOLI - Intervistato da Radio Kiss Kiss Napoli, il direttore sportivo del Bologna Riccardo Bigon ha tessuto le lodi del capitano del Napoli Lorenzo Insigne“L'ho visto crescere durante la mia esperienza in azzurro, oggi si è affermato al top sia tecnicamente che per carisma e personalità nello spogliatoio. Sono davvero contento nel vedere che sta raccogliendo frutti: ha lavorato duro e tutti i suoi risultati sono meritati". Il numero 24 partenopeo secondo Bigon va emulato: "Parlando con i giovani che muovono i primi passi da professionisti prendo Lorenzo come esempio, lui era molto maturo già quando giocava in Primavera: sentivo che dalla tribuna lo fischiavano, ma Lorenzo era differente, si vedeva, perchè già rispondeva con personalità". Bigon ripercorre poi le tappe della carriera di Insigne: "Gli proposi di andare in prestito alla Cavese e lui mi fece capire che era sicuro si trattasse di una fase di passaggio, perchè sarebbe tornato a Napoli. Anche a Foggia non battè ciglio, rinnovammo il contrattoperché lui pensava solo al suo futuro in azzurro. Idem quando andò a giocare a Pescara. E’ stata la sua grande forza ed anche per questo scegliemmo di non mandarlo più in prestito: aveva dimostrato grandi cose. Insigne è la prova di ciò che un giovane deve fare quando lascia il proprio club per farsi le ossa: andare, dimostrare sul campo e tornare. Il suo sacrificio lo ha ripagato".

Argomenti correlati