Roma-Napoli, striscioni contro madre Ciro Esposito

Presidiato l'ingresso del Ciak Village di Tor di Quinto, il luogo dove fu ferito Esposito prima della finale di Coppa Italia dello scorso anno

corrieredellosport.it
04/04/2015 11:49
corrieredellosport.it
ROMA - Cori contro i napoletani e striscioni polemici rivolti alla madre di Ciro Esposito allo stadio Olimpico, durante Roma-Napoli. Dalla Curva Sud sono stati intonati in avvio di partita cori anti-napoletanti («Vesuvio lavali col fuoco»): nello stesso settore esposti due striscioni pesanti, rivolti senza citarla alla madre di Ciro Esposito: "Che cosa triste: lucri sul funerale con libri e interviste!", e poi ancora: "C'è chi piange un figlio con dolore e moralità e chi ne fa un business senza dignità. Signora De Falchi onore a te".

PRESIDIO A TOR DI QUINTO - È presidiato dalle forze dell'ordine fin questa mattina l'ingresso del Ciak Village di Tor Di Quinto dove prima della finale di Coppa Italia dello scorso anno fu ferito, a colpi di pistola, il tifoso del Napoli Ciro Esposito, morto poi dopo circa 50 giorni in ospedale. All'esterno della struttura ci sono alcuni mezzi della polizia, che secondo quanto si è appreso, rimarranno fino al termine della partita dell' Olimpico tra Roma e Napoli. Di fronte, attaccati ad un palo della luce, ci sono vecchi mazzi di fiori, una poesia e una sciarpa della squadra del Napoli, lasciati già da lungo tempo a ricordo del tifoso partenopeo ucciso.

10maggio87 TV

2018-19 - Serie A - Roma-Napoli 1-4
2017-18 - Serie A - Roma-Napoli 0-1

Argomenti correlati