Napoli, Sarri tranquillo: Empoli? Nessuna pressione

L'allenatore del Napoli: Attenzione a Saponara, non sottovalutiamo gli avversari

corrieredellosport.it
09/12/2015 12:57
corrieredellosport.it

NAPOLI - Alla vigilia della sfida contro l'Empoli, Maurizio Sarri parla della pressione, considerando che il Napoli è a caccia della prima vittoria in Serie A: «Penso che se uno prende un allenatore con le mie caretteristiche sà quello che fa, io sono un allenatore da progetto. Un punto in due partite? Non ho nessuna pressione anche perché sono abituato».


L'AVVERSARIA - Parlando della prossima sfida contro l'Empoli, Sarri fa il punto sulle insidie e sul suo passato: «Si affronta una squadra che siamo noi tra tre anni, stanno proseguendo sulla stessa strada. Squadra evoluta, giocatori sottovalutati, sarà una partita difficile. Saponara  - continua il mister ai microfoni di Mediaset Premium - a fine stagione sarà destinato a società importanti, in Serie A nessuno se lo potrà permettere. Sentimenti da parte? Tornare in un posto come Empoli per me è motivo di soddisfazione, sono legato a tante persone li, dispiace doverci giocare contro ma poi domani c'è la partita, i ragazzi sono in crescita bisogna trovare determinazione e non sottovalutare gli avversari».


L'ALTERNATIVA - «4-3-3 o 4-3-2-1? Nelle ultime settimane abbiamo lavorato sul primo modulo ma a me piace più il secondo. Se potessi scegliere sceglierei il 4-3-2-1».


INSIGNE E HIGUAIN - Spostando l'attenzione sul momento dei due attaccanti chiave per il tecnico toscano: «Lorenzo può giocare trequartista, deve trovare più il gusto di servire il compagno, ha ampi margini di miglioramento. E' un ragazzo soprendente per il lavoro che svolge, ha una falicità di corsa mostruosa. E' un giocatore che può diventare un campione a livello europeo. Higuain? Noi abbiamo 6 giocatori offensivi forti, stiamo valutando in futuro di farne giocare 4 insieme. L'argentino sta lavorando bene, mi aspetto una crescita a livello di tenuta. Sono già contento che in allenamento si diverte e sorride. Se tutto va come deve andare lui giocherà più degli altri».


IL RUOLO DI HAMSIK - Sarri chiarisce il ruolo di Hamsik: «E' un giocatore offensivo, va considerato con caratteristiche offensive, non è un incontrista ma a livello di movimenti non ci fa mancare niente». 


DUE CASI - «De Guzman? La società sta verifando le sue condizioni di salute, in questo momento non è disponibile. Zuniga? Non è convocato: viene da problemi fisici delicati e stiamo cercando di impostare un percorso che lo porti ad essere competitivo dal punto di vista fisico». 


IL MERCATO - E sul mancato arrivo di Soriano dalla Sampdoria, Sarri risponde: «Mi piace ma non sono preoccupato. Se non c'è lui gioca un altro»

 

 

Argomenti correlati

Altre Notizie