Napoli, in 10 mila a Bologna. Insigne: "In alta quota si sta bene..."

L'attaccante della capolista: Bello aver riportato l'entusiasmo tra la gente. Io e Higuain la coppia più bella? Per me può

gazzetta.it
12/04/2015 14:55
gazzetta.it
NAPOLI - Lorenzo Insigne fa da testimonial per il prossimo ritiro del Napoli, il quinto in Val di Sole. Precisamente a Dimaro-Folgarida. Chissà che il Napoli non possa arrivare la prossima estate in Trentino da campione d'Italia: "Ci godiamo il momento e speriamo di continuare su questa strada - ha detto il talento di Frattamaggiore -. Vogliamo arrivare più in alto possibile anche se è presto per parlare di scudetto". Gli azzurri, infatti, dovranno superare tanti altri scogli, a partire da Bologna dove la formazione di Sarri giocherà per la prima volta da capolista: "In alta quota si sta bene - continua Insigne -, speriamo di prenderci altri tre punti domenica. Andremo al Dall'Ara con grande umiltà coscienti delle difficoltà che ci attendono".


LUI E IL PIPITA - "Gli ultimi minuti con l'Inter ci aiuteranno a crescere nella gestione del risultato - ha spiegato Lorenzo Insigne -. Dobbiamo pensare al nostro gioco e non alla classifica, restare con i piedi per terra ed avere ancora più fame". Gli azzurri saranno accompagnati a Bologna da quasi diecimila tifosi: "Sicuramente sarà bellissimo avere tanti sostenitori al seguito, è motivo di orgoglio aver riportato entusiasmo tra la gente". Il popolo azzurro si aspetta tanto da Insigne e da Higuain: "Non spetta a me dire se siamo la coppia più forte del campionato. Il Pipita ce lo teniamo stretto, spero rimanga qui il più a lungo possibile. Poi non importa se segna lui o segno io, conta solo il risultato finale. Può segnare anche Reina". Del resto, la parata di Pepe contro l'Inter è valsa come un gol.

Argomenti correlati