Serie A: Atalanta-Napoli 1-3, decide ancora Higuan

Il Pipita segna la quinta doppietta stagionale, Gomez pareggia al rigore di Hamsik convalidato dalla Gol Line Technology, espulsi Paletta e Jorginho

corrieredellosport.it
12/20/2015 15:02
corrieredellosport.it

BERGAMO Atalanta-Napoli 1-3. Il Papu Gomèz risponde al gol su rigore di Hamsik, ma Higuaìn segna una doppietta e ammazza il match. Fallito un altro penalty dallo slovacco nel finale. Meglio i nerazzurri per almeno un'ora di gioco, la sciocchezza di De Roon, però, incanala la partita sui binari giusti per gli azzurri, i quali, nonostante il pareggio incassato, si portano a casa i tre punti grazie al proprio fuoriclasse e alle sue due reti. Gara finita in dieci contro dieci per le espulsioni di Jorginho e Paletta nel finale. Ora il Napoli è secondo, pari a 35 punti con la Fiorentina, a -1 dall'Inter che però ha una partita in meno.


PRIMO TEMPO - Subito avanti il Napoli che non vuole perdere il treno scudetto. L'Atalanta in casa, però, è un osso durissimo e infatti la prima vera occasione da gol arriva dai piedi di Maxi Moralez che si mangia una rete solo davanti a Reina, bravo a chiudergli lo specchio. L'approccio dei nerazzurri è da grande squadra, assediando la difesa partenopea senza lasciar respiro guadagnano ben tre calci d'angolo in 10 minuti. Gli azzurri si affidano soprattutto a Higuain, cercando di scavalcare il centrocampo con degli sterili lanci lunghi. Napoli nervoso e fermo sulle gambe. Callejon e Insigne aspettano il pallone tra i piedi, il gioco fatica a carburare nel primo quarto d'ora, l'Atalanta non fatica a difendere nonostante il diverso livello di valori in campo. Gli uomini di Sarri tendono ad avere il possesso del pallone, ma i nerazzurri si rendono più pericolosi grazie a veloci ripartenze. Partenopei senza idee e un po' stanchi non impensieriscono mai il portiere atalantino, mentre solo un grande Reina mantiene il risultato in parità, decisivo in un paio di occasioni.


SECONDO TEMPO - La trama della partita, almeno inizialmente, non cambia. L'Atalanta, subito avanti, impaurisce il Napoli. Higuaìn è abbandonato a se stesso e cerca di inventare da solo le occasioni per passare in vantaggio. E' solo una stupidaggine del centrocampista atalantino De Roon a cambiare il corso del match. L'olandese intercetta con la mano un calcio d'angolo, l'arbitro fischia un giusto rigore che Hamsik tira contro la traversa, il pallone ricade in porta e riesce, la rete viene asseganta grazie alla Goal Line Technology. Appena il tempo di battere da centrocampo e il Papu Gomèz rimette tutto a posto. Azione corale dei nerazzurri che viene rifinita sul palo del portiere dal fantasista argentino con un tiro rasoterra. Higuaìn ha la possibilità di portare in vantaggio gli azzurri, ma per sorpassare il portiere si allarga troppo e non riesce a inquadrare la porta. Passano pochi minuti e il Pipita si fa perdonare dai compagni mettendo a segno il suo 15° gol stagionale con un bel colpo di testa da corner. Al 74' Jorginho lascia il Napoli in dieci uomini facendosi espellere per doppia ammonizione, entrambe guadagnate nel giro di 5 minuti. Reja, a questo punto, tenta il tutto per tutto e inserisce D'Alessandro per De Roon, una seconda punta per un centrocampista. Nel miglior momento di spinta dell'Atalanta, però, Higuaìn chiude la partita. Pregevole lancio di Hamsik che trova il numero 9 argentino libero, la punta si lancia in volata e spiazza il portiere. Quinta doppietta stagionale per lui e 16° gol in campionato. Il Napoli avrebbe la possibilità di fare la quarta rete, ma Hamsik fallisce il rigore per il quale era stato espulso Paletta che aveva ristabilito la parità numerica.

Argomenti correlati