Napoli, Sarri rompe il silenzio: La Juventus vincerà per altri 4-5 anni

Il tecnico azzurro dopo la vittoria sull'Atalanta: Quella del Leicester è un'impresa molto rara: la normalità è che lo scudetto vada alla squadra con il maggior fatturato

corrieredellosport.it
05/02/2016 23:41
corrieredellosport.it

NAPOLI - Sarri tona a parlare: il Napoli rompe il silenzio stampa, cominciato il giorno dopo il ko con l'Udinese: “Inizio di partita più contratti del solito, il gol preso a Roma all’89' ci ha condizionato - dice il tecnico azzurro a Sky -. Ottimo secondo tempo, dispiace di non aver segnato molto di più. Le ultime partite? In settimana penseremo al Torino. Sappiamo di aver di fronte un avversario – la Roma – che sta facendo risultati straordinari. L’unica fortuna che abbiamo è che dipende da noi. Higuain? Sta bene, ci tiene tantissimo a questo secondo posto e per noi è una garanzia. Ha una clausola: se qualcuno la paga, sarà difficile trattenerlo. E non credo che certi allenatori si possano opporre a "certe cifre", come giusto che sia". 


LA CONFERMA  E IL SILENZIO - "De Laurentiis? Ci siamo visti un mese fa e ci siamo detti che ci saremmo visti il giorno dopo la fine del campionato. Rientra tutto nella normalità. Il silenzio stampa? Non siamo né arrabbiati né delusi, c’è un po’ di disattenzione nei nostri confronti. Stiamo facendo gli stessi punti del girone d’andata, il nostro cammino è stato lineare: siamo secondi solo per “colpa” di una squadra che ha fatto meglio: la Juve. Il Napoli ha deciso il silenzio stampa e noi siamo suoi dipendenti".


SCUDETTI - "Il Leicester? Sono quelle imprese "molto rare": la normalità è che lo scudetto vada alla squadra con il maggior fatturato. Al di là di questo - conclude Sarri -, vedo la Juve difficilmente battibile per i prossimi 4-5 anni".

10maggio87 TV

2018-19 - Serie A - Napoli-Juventus 1-2
2018-19 - Serie A - Juventus-Napoli 3-1

Argomenti correlati