Serie A Sarri: «Callejon super, ma non è l'erede di Higuain»

Il tecnico soddisfatto per il successo di Palermo: «Padroni del campo e del gioco»

corrieredellosport.it
09/10/2016 23:12
corrieredellosport.it

ROMA - “Abbiamo fatto bene, anche nel primo tempo, loro occupavano gli spazi ed era più difficile giocare in velocità ma la squadra è sempre stata padrona del campo e del gioco. Nella ripresa abbiamo concretizzato il grande lavoro del primo tempo". E' un Maurizio Sarri soddisfatto quello che commenta il successo del Napoli in trasferta in casa del Palermo. Gli azzurri si sono imposti 3-0 sul campo dei rosanero, e il tecnico è riuscito a gestire bene le risorse a disposizione: "Turnover in vista della Champions? -dice ai microfoni di Mediaset Premium- Ho fatto giocare quelli che ritenevo più adatti e che ho visto nelle migliori condizioni fisiche dopo la sosta. Ho rimesso dentro molto volentieri Maggio che si sta allenando benissimo da settimane e mi fa piacere perché il ragazzo è importante per il gruppo. La partita di Milik? Ha attaccato l’area molto bene ma nel primo tempo era troppo solo, non veniva accompagnato, nella ripresa appena si sono inseriti i centrocampisti abbiamo segnato alla prima occasione". 

SUPER CALLEJON - Proagonista assoluto Callejon, autore di una doppietta. "Callejon erede di Higuain? -commenta Sarri- E’ un giocatore fortissimo, tatticamente per noi è fondamentale, ogni tanto trova il gol con facilità ma per ruolo e per caratteristiche è diverso da Higuain. Non gli si può chiedere di fare un gol a partita. Ha sempre avuto dei periodi realizzativi, può segnare qualche gol in più rispetto alla scorsa stagione ma non è sicuramente un attaccante d’area di rigore. Insigne meno cattivo rispetto all’ anno scorso? Fino a un settimana fa avrei detto sì, invece in questi giorni ho visto un cambiamento totale, è cresciuto fisicamente, l’ho rivisto determinato e infatti ha fatto molto bene. Ho rivisto lì’Insigne dell’anno scorso, nello spezzone di inizio anno non l’avevo visto, ma può capitare, può essere una conseguenza di una condizione fisica non ottimale". 


LE SCELTE - "Zielinski titolare al posto di Allan? -conclude- La maglia da titolare in questo inizio se la stanno mettendo in diversi giocatori. Scelgo i giocatori in base alla gara, Zielinski non ho bisogno di scoprirlo, so benissimo che giocatore è, in questo ruolo in mezzo ce l’ho messo io, non è una sorpresa. Ha molti margini  di miglioramento. Sensazioni per il debutto in Champions League? Penseremo alla trasferta di Kiev da domani mattina”.

Argomenti correlati