Napoli, con il modello-Sarri tra le big d'Europa

Segna da 12 partite al San Paolo: oltre tre gol a gara

corrieredellosport.it
09/17/2016 09:20
corrieredellosport.it

NAPOLI - E’ un’idea (meravigliosa) o anche una filosofia di vita (calcistica): è un modo di essere, guardare avanti, sempre, spingendosi oltre gli umanissimi limiti e provare, provare, provare.


TOP TEN - Il meglio, del meglio, del meglio (dunque, la crème de la crème) è in questa specialissima classifica che mette in fila i club più prolifici e più continui negli stadi amici: dal Barcellona al Southampton c’è la top ten dell’Europa godereccia, la fotografia d’un preciso disegno ed anche di una tendenza che ognuno riesce a realizzare a modo suo. Il Napoli è in questo «range», un’unità di grandezza indiscutibile, che diventa assoluta andando a «leggere» tra i numeri, che sanno anche avere un’anima: trentasette reti in «appena» dodici gare consecutive fanno una media di 3,08 a partita e sistemano la «ferocia» del tridente alle spalle di Barcellona (3,5) e Bayern (3,1), regalando il podio ad una squadra che ama esaltarsi.


SI CAMBIA - Si gioca con le cifre, che non vanno interpretate perché, almeno in questo, l’aritmetica sa diventare un’opinione: Napoli-Bologna, a priori, è sfida da contenuti forti, da elettrochoc nei sedici metri dell’area di rigore annunciato anche dai precedenti più recenti, il 6-0 del San Paolo nella passata stagione o anche il 3-2 rossoblù al «Dall’Ara».

Argomenti correlati