Serie A Empoli, Martusciello ritrova Sarri: «Napoli pieno di campioni»

Il tecnico: «Noi dobbiamo essere più positivi e credere maggiormente in noi stessi, nonostante le difficoltà che ci presenterà la gara con gli azzurri»

corrieredellosport.it
10/25/2016 15:16
corrieredellosport.it

EMPOLI - Si ritroveranno sul campo del San Paolo Sarri e Martusciello, stavolta uno contro l'altro dopo le stagioni passate insieme all'Empoli. Il tecnico dei toscani è stato infatti per ben tre anni il vice di Sarri (dal 2012 al 2015). Martusciello commenta così l'avvicinamento alla gara contro il Napoli: "Sarà una gara particolare per me: sono napoletano, torno a casa, gioco contro la squadra della mia città e affronto un pezzo di cuore, ritrovando Sarri, Calzona, Sinatti e Bonomi con cui ho condiviso tante gioie e tanto lavoro. Gli anni passati con loro mi hanno lasciato grande semplicità, voglia e determinazione di voler migliorare quanto di buono avevamo a disposizione. Siamo cresciuti anche noi sotto l'aspetto professionale, ma anche a livello umano. Anni meravigliosi, che mi porto dentro: quando vivi bene a livello lavorativo stai bene poi anche a livello sociale". Un augurio al collega: "A Sarri auguro di poter vincere qualcosa di importante, casomai partendo da domenica prossima...". 


C'E' DA LOTTARE - "La sensazione di quello che facciamo in campo è che tutto sia relegato alla condizione di classifica. I movimenti e le giocate vengono con più fatica e quando non riesci a sviluppare bene in costruzione possono crearsi ulteriori problematiche. Sento critiche da parte di qualcuno e queste fanno piacere perché spingo a migliorare: a livello personale mi assumo le responsabilità di tutto ciò e non sono certo felice de l dato negativo dei gol. C'è fortemente da lavorare, ma posso dire alla gente che siamo qui per questo. Dobbiamo lottare per non retrocedere e il bel gioco che ci ha sempre accompagnato negli ultimi anni adesso può venire meno rispetto alla sostanza. Serve anche portare punti giocando male riuscendo, anche nelle partite sporche, a metterci qualcosina in più. Quest'anno le squadre che lottano per la permanenza sono molto meno, ma sono convinto che noi resteremo in serie A nonostante adesso ci sia chi vede tutto nero. Domani è vero che andiamo su un campo difficile, ma io a Napoli vado per vincere".


ELOGI AL NAPOLI - "Il Napoli è una squadra composta da campioni, con grande organizzazione e qualità. Noi dobbiamo essere più positivi e credere maggiormente in noi stessi, nonostante le difficoltà che ci presenterà la gara di domani sera, a partire dal palleggio che presumibilmente avranno spesso in mano loro. Il Napoli è forte e non dobbiamo esser bravi a limitarli in alcuni movimenti". Il tecnico considera il turn-over: "Gilardino? Sta bene, ma non è a disposizione. In termini di formazione qualche cambiamento ci sarà, anche perché spesso domani correremo a vuoto e ho bisogno di freschezza fisica".

Argomenti correlati