Napoli, Sarri: «Campionato strano, non firmo per il secondo posto»

L'allenatore del Napoli: «Nell'incontro con Maradona ero più commosso che emozionato

corrieredellosport.it
01/20/2017 14:26
corrieredellosport.it

NAPOLI - «Nell'incontro con Maradona ero più commosso che emozionato, per quelli della mia generazione Maradona è il calcio, per Napoli è tutto visto che le uniche vittorie sono arrivate con lui». Lo ha detto l'allenatore del Napoli Maurizio Sarri descrivendo l'incontro di due giorni fa con l'ex Pibe a Castel Volturno. Dove giocherebbe Maradona nel suo Napoli: «Dove vuole, lui ha vinto un Mondiale da solo e quindi organizzerei gli altri dieci, lasciandolo libero, il modulo dipenderebbe da lui». E a Montella che spera che Maradona abbia distratto il Napoli, Sarri ha risposto: «Mi auguro che abbia dato un'iniezione di motivazioni».


«NON FIRMO PER IL SECONDO POSTO» - «Io non firmo né per il secondo posto né per qualsiasi posizione. Fermo restando che la Juve è davanti, basta leggere il bilancio», ha aggiunto Sarri, ricordando che «dieci anni fa avrei firmato per allenare in serie C e avrei sbagliato», spiegando che «questo è un campionato strano, in cui per rimanere in alta classifica non devi sbagliare mai e vincere gli scontri diretti. C'è una media punti impressionate da parte di 5-6 squadre e ogni partita è un banco di prova feroce, come quella di domani per noi e per il Milan».

Argomenti correlati