Napoli, Sarri: «Noi alla pari con il Real? È dura da dire. Servirà sfrontatezza»

Il tecnico, dopo la vittoria sul Genoa, parla dell'impegno di Champions: «Dobbiamo avere la convinzione di potercela fare». Sul futuro: «Sto bene qui, ma dipende sempre dai risultati»

corrieredellosport.it
02/10/2017 23:14
corrieredellosport.it

NAPOLI - «Il Genoa è partito forte, noi stavamo sbagliando troppo negli appoggi. Nel secondo tempo sono calati e noi siamo venuti fuori giocando da squadra matura». Maurizio Sarri commenta il 2-0 del San Paolo contro la squadra di Juric, arrivato grazie alle reti di Zielinski e Giaccherini. Ora è tempo di pensare al Real, mercoledì è in programma l’andata degli ottavi di Champions.

«Giocarsela alla pari è dura da dire – le parole del tecnico del Napoli a Premium Sport -. Siamo in due competizioni a eliminazione diretta dove giocheremo contro i campioni d’Europa e d’Italia. Vedremo se siamo in grado di giocare queste due gara, domani studierò il Real. Ha gente con valori assoluti. C’è da sperare di stare benissimo e di avere la convinzione di potercela fare. I giocatori sono vogliosi di vedere a che punto sono contro questi big senza avere presunzione. Solo con un pizzico di timore e sfrontatezza che serve in certe situazioni». Su Giaccherini: «Ha dimostrato una grande professionalità e nell’ultimo mese ha raggiunto una condizione fisica imporante». Infine nega ulteriormente di avere avuto contatti con la Juve: «Sono innamorato di Napoli, sto bene qui. So anche benissimo che nel calcio certe certezze non ci sono da nessuno, dipendiamo solo dai risultati».


PARLA GIAK«A Madrid sarà una partita bellissima da giocare. Da domani prepareremo il match con grande entusiasmo e con grande voglia. Penso che il Real sia la squadra più forte al mondo, lo dicono i numeri, hanno vinto 11 Champions ma andremo là a giocarcela. Speriamo di poter regalare tante gioie ai nostri tifosi».

Argomenti correlati