Roma-Juventus, il Napoli costretto a tifare Higuain per il 2° posto

Il dilemma dei tifosi azzurri, tra chi "supplica alla Madonna di Pompei" un regalo dell'ex più odiato e chi preferisce non tradire il proprio cuore "tradito" 

corrieredellosport.it
05/08/2017 10:41
corrieredellosport.it

NAPOLI - Cosa si è disposti a fare per un secondo posto? E' questo il dilemma che smuove gli animi dei tifosi azzurri quando mancano tre giornate alla fine del campionato. Dopo la passeggiata della Roma sul Milan a San Siro, il Napoli è "costretto" a tifare il rivale più odiato, Gonzalo Higuain e la sua Juventus nella sfida di domenica sera all'Olimpico. 


GLI SCENARI - Solo se Pipita e compagni fermeranno la squadra di Spalletti e ci sarà il successo azzurro a Torino, l'accesso diretto alla Champions potrebbe diventare realtà per Sarri. Basterebbe mantenere la posizione battendo Fiorentina e Samp. La Juve d'altronde sembra essere l'ultimo ostacolo sulla corsa dei giallorossi, che troveranno nelle ultime due giornate il Chievo e il Genoa.

IL REGALO DEL PIPITA - Testa o cuore allora per i tifosi azzurri? Molti mettono da parte l'orgoglio e tornano per una giornata a fare il tifo per colui che ha spezzato loro il cuore la scorsa estate: "Gonzalo, facci l'ultimo regalo", si legge tra i commenti del web. La "supplica alla Madonna di Pompei" per una volta riguarda anche la Juventus. C'è chi però preferisce non tradire i propri sentimenti e mette in chiaro le cose così: "Proprio non si può, ragazzi, meglio il terzo posto allora".


I COMPLOTTISTI - L'altra categoria che si scorre leggendo i commenti sui social è quella dei "complottisti": "Ho il sentore che la Juve favorirà la Roma", dice per esempio Alfredo. "Mai un regalo dai bianconeri - gli fa eco Anna - che festeggeranno allo Stadium dopo aver battuto il Crotone".


IL PARADOSSO - Il paradosso del calendario è che se la festa per il sesto scudetto consecutivo fosse anticipita a questa di domenica, a brindare sarebbero anche i tifosi del Napoli.

Argomenti correlati

Altre Notizie