Napoli, Sarri: «Telefonate da altri club? A vuoto»

Il tecnico esclude la possibilità di cambiare squadra al termine della stagione: «Se non ho il numero in rubrica non rispondo»

corrieredellosport.it
05/20/2017 22:19
corrieredellosport.it

NAPOLI - "Siamo orgogliosi di questi numeri, fino a qualche anno fa si vinceva il campionato con 83 punti. Questa stagione per noi è motivo di orgoglio e anche il pubblico è contento di quanto visto. Ci siamo migliorati nonostante vicissitudini non indifferenti, questo è merito dei ragazzi - dice a Premium Sport - . L'infortunio di Milik ci è costato punti nei primi 20 giorni". Maurizio Sarri, dopo la vittoria per 4-1 sulla Fiorentina, elogia il suo Napoli, capace di stabilire il proprio record di punti in Serie A. Manca, però, quello Scudetto che la Curva B ha chiesto per la prossima stagione con un eloquente striscione esposto prima della gara. "Abbiamo un sogno, come giusto che sia, però il sogno deve rimanere nostro, la critica non deve imporcelo".

MERTENS 27 - Al momento della sostituzione, Mertens non sembrava essere troppo contento. "Mi avevano detto che Dzeko aveva 27 gol (è a 28, ndr), forse lo avrei lasciato dentro. Ma al di là di questo non posso privilegiare gli interessi personali. Mertens, comunque, ha fatto una stagione straordinaria al di là dei numeri, ma mi sembrava giusto dare un'opportunità a Pavoletti. Quando gli ho prospettato di fare l'attaccante centrale pensavo che potesse fare 20 gol, quindi direi che ha superato le mie previsioni nettamente".


FUTURO - Poi, a Sky, gli chiedono quante telefonate da altri club abbia ricevuto in questi mesi. "Se non ho il numero in rubrica non rispondo - conclude -, quindi penso che molti abbiano telefonato a vuoto". 

 

Argomenti correlati