Sarri: per Totti solo applausi. Napoli, vinci anche per Mertens

Il tecnico del club di De Laurentiis: «Abbiamo il dovere di credere al secondo posto anche se non vedo molte possibilità»

corrieredellosport.it
05/27/2017 13:42
corrieredellosport.it

NAPOLI - «Totti? Fuoriclasse assoluto. C'è solo da alzarsi in piedi e applaudirlo». Anche il tecnico del Napoli Maurizio Sarri si unisce al coro di voci che celebrano il capitano della Roma, alla sua ultima partita in carriera con la maglia che ha indossato per oltre vent'anni. «Uno dei talenti più puri d'Europa, non ho mai visto uno che spalle alla porta mette in porta il compagno di squadra, è il suo marchio di fabbrica».

SULLA SAMP E SULLA CHAMPIONS - La sfida con la Sampdoria può portare alla Champions diretta se la Roma dovesse inciampare nel Genoa: «Abbiamo il dovere di crederci, anche se non ci sono molte possibilità. La squadra ha entusiasmo. I ragazzi stanno bene: mentalmente e fisicamente. La Samp può mettere in difficoltà chiunque. Noi dobbiamo dimostrare mentalità. E domani sarà un importante banco di prova. Mertens? Giocatore fenomenale, la squadra deve fare una grande partita in maniera tale da creargli le opportunità per inseguire il titolo di capocannoniere. Su di lui abbiamo sbagliato tutti, me compreso, era già un attaccante centrale nato dopo un mese e noi lo ritenevamo un fenomeno a partita in corso...Alla fine poi guarderemo il risultato dell'Olimpico». 


SULLA CRESCITA DEL GRUPPO - «L'oscar della stagione va a tutto il gruppo, che ha saputo mantenersi saldo anche dopo sconfitte e difficoltà. I giovani crescono in maniera esponenziale: penso a Diawara, Rog, poi c'è Milik che ha tanto da tirare fuori. E Zielinski: può diventare un fuoriclasse, Mi dispiace finisca la stagione adesso, siamo in grande forma e con altre 4, 5 partite...Roma avvantaggiata dai 14 rigori? Sono otto in più di noi, loro sono la squadra che gioca di più in area insieme a noi e quindi mi sembra meno comprensibile il nostro, di dato».

Argomenti correlati