Di Francesco: «Pali, infortuni e poca malizia. Ma la Roma c'è»

Il tecnico vede il bicchiere mezzo pieno dopo il ko di misura all'Olimpico col Napoli capolista: «Nel primo tempo troppo timidi, poi siamo andati a riprenderci la partita ma i legni e le assenze hanno pesato»

10maggio87.it
10/15/2017 10:02
10maggio87.it

ROMA - Un pizzico di rimpianto ma Eusebio Di Francesco vede comunque il bicchiere mezzo pieno dopo il ko di misura all'Olimpico contro la capolista Napoli. Un match che ha visto la sua squadra subire la personalità e il gioco dei partenopei nella prima parte, ma tornare poi con forza in partita in una ripresa giocata con determinazione e aggressività.


«Nel secondo tempo ho cambiato qualcosina, siamo tornati alle origini ed è andata meglio - ha detto il tecnico giallorosso -. Siamo andati a riprendere la partita ma ci è mancato il gol. C’è comunque la soddisfazione di esserci divisi il possesso palla con una squadra che di solito domina da questo punto di vista. Non era facile contro un Napoli che è in salute e ha forza, mentre noi siamo stati penalizzati anche da qualche assenza di troppo. Sono comunque contento di quello che ha messo in campo la squadra, brava a non concedere quasi nulla a un avversario forte come il Napoli anche nel primo tempo in cui avevano il pallino del gioco in mano. In avvio siamo mancati piùche altro nello sviluppo del gioco quando recuperavamo palla, mentre nella ripresa anche le catene laterali hanno lavorato meglio e siamo cresciuti».

Argomenti correlati