De Laurentiis: «Napoli più forte dello scorso anno. Sarri giocava a memoria»

Il presidente del club azzurro elogia Ancelotti: «Con Carlo la vita scorre divertente, in questo avvio di stagione non mi ha mai fatto mancare la serenità»

10maggio87.it
09/23/2018 14:14
10maggio87.it
TORINO - «Siamo più forti della scorsa stagione. Non si poteva pensare che Ancelotti continuasse con la stessa idea di calcio di Sarri: ha un grande gioco, non deve dimostrare nulla, ha vinto tanto e quindi l'ho preso per rimanere tranquillo e sereno». Sono le parole di Aurelio De Laurentiis ai microfoni di Sky Sport al termine della vittoria del Napoli sul Toro, match della quinta giornata di Serie A. «Il modo di giocare di Carlo è esemplare, tutti sono utili alla causa ma nessuno è indispensabile - ha aggiunto il presidente del club partenopeo, parlando del tecnico Ancelotti -. In ritiro mi sono accorto di uno stile diverso a 360 gradi. Il gioco del calcio deve restare un gioco, che deve farci divertire con passione, disciplina e sportività. Champions League? Non ho capito per quale motivo il Liverpool è in terza fascia e noi in seconda fascia, l'ho già detto a Marchetti (direttore delle competizioni Uefa, ndr): a me viene da ridere, ci sono delle cose che non stanno in celo né in terra».


LA FRECCIATA - «La vita è bella quando non scorre sempre tutta uguale, e con Ancelotti la vita scorre divertente...- ha invece detto a Dazn -. Ho rivisto Mertens che fa gioco. Con Sarri si giocava a memoria, in uno spazio di campo più stretto, ora si varia di più. Quando ho preso Ancelotti, sapevo di aver preso un tecnico di esperienza che mi fa stare tranquillo, e in questo avvio di stagione la serenità non mi è mai mancata». 

Argomenti correlati