Ancelotti: «Possiamo battere la Juve. Atmosfera speciale, giocheremo all'attacco»

Il tecnico partenopeo alla vigilia del match con i bianconeri: «Ci giochiamo la partita piu' importante di campionato. Vincere per restare in corsa per lo scudetto»

corrieredellosport.it
03/02/2019 15:21
corrieredellosport.it

NAPOLI -  "Ci giochiamo la partita più importante, stiamo molto bene ed è il periodo migliore per affrontare la Juve. Servono voglia, ambizione, cercare di vincere. Dimostrare che possiamo essere competitivi", esordisce cosi Carlo Ancelotti nella conferenza stampa alla vigilia di Napoli-Juventus, posticipo della 26ª giornata di Serie A.


CHE NAPOLI TROVERA' LA JUVENTUS - Ancelotti è sicuro: "Sarà un Napoli più sicuro rispetto alla gara d'andata, era l'inizio di un nuovo modo. Ora ci siamo consolidati, la squadra sta molto bene, sia fisicamente che mentalmente."


ATMOSFERA SPECIALE - Ancelotti è consapevole dell'importanza del match contro i bianconeri, il più atteso dalla tifoseria partenopea: "C'è un'atmosfera speciale, specie nei giocatori. Giochiamo contro i primi della classe, ci teniamo a fare bella figura, siamo nelle condizioni ottimali per poter vincere.In questo momento stiamo bene, lo dimostrano le partite che abbiamo giocato con Parma, Torino, Fiorentina. Mi piacerebbe far sì che queste sensazioni venissero confermate domani."


GIOCHEREMO ALL'ATTACCO -  "Giocheremo una gara d'attacco, questo è sicuro- prosegue Ancelotti -Mario Rui sta bene, ha recuperato dall'infortunio con l'Inter ed è disponibile. Può giocare. Chiriches uguale, sta molto bene e ha recuperato anche lui. Abbiamo solo Albiol che sta recuperando dal problema al tendine. Mertens e Milik possono alternarsi. Sono soddisfatto al momento."


SFIDA DECISIVA -  "Vincere mantiene viva la possibilità di restare in lotta, un altro risultato indirizza il pensiero da un'altra parte. Mi piacerebbe che fosse confermato ciò che abbiamo fatto di buono."


SULLA JUVENTUS - Incalzato sul dominio bianconero, Ancelotti risponde così: "Investono molto a livello tecnico, hanno la possibilità di farlo. Ha una storia, ha cultura e tradizione. In tal senso questo ha fatto la differenza. Senza contare lo stadio, che permette di avere un fatturato più elevato. Nessuno però è imbattibile, ha tante qualità, esperienza, fisicità, noi dobbiamo indirizzarla sotto il profilo del gioco e dell'intensità"


SU CRISTIANO RONALDO Ancelotti ritrova di nuovo da avversario il portoghese, calciatore allenato a Madrid e con il quale ha vinto una Champions: "Mi fa sempre piacere incontrare Ronaldo, il fatto che gioca è un problema in più per noi. Sappiamo quanto è pericoloso, ma è giusto confrontarci con il meglio che ha la Juve."



SULLA POSSIBILITA' DI CHIUDERE LA CARRIERA A NAPOLI - Il tecnico partenopeo non nasconde la possibilità di poter chiudere la carriera in azzurro e risponde così all'invito del presidente De Laurentiis: "E' un'ipotesi che posso considerare chiudere la carriera qui, ma e' un discorso a lungo termine. In questa societa' mi trovo molto bene e credo che la societa' si trovi bene con me: quando c'e' sintonia non credo si possa mettere un limite a questo."

Argomenti correlati