Sampdoria-Napoli 2-4: Gattuso vince ancora e rivede l'Europa

Milik, Elmas, Demme e Mertens regalano la seconda vittoria consecutiva agli azzurri. A Ranieri non bastano i gol degli ex Quagliarella e Gabbiadini

corrieredellosport.it
02/03/2020 21:57
corrieredellosport.it

GENOVA - La nottata, forse, è passata. Il Napoli rifila un poker alla Sampdoria, trova la seconda vittoria consecutiva dopo quella con la Juve (non succedeva da settembre con il bis fra i blucerchiati e il Lecce) e si rimette in corsa per un posto in Europa, stasera lontana solo due punti. Gattuso la vince con Milik, Elmas e i subentrati Demme e Mertens, con una panchina che a leggerla tutta faceva quasi impressione e sulla quale c’erano anche Koulibaly, Maksimovic, Allan, Llorente e Lozano. Il Napoli è stato più forte anche dei soliti gol degli ex, Quagliarella e Gabbiadini, che non sono bastati a Ranieri per fare punti.


L’approccio alla partita del Napoli è da grande squadra. La Sampdoria nei primi tre minuti di gioco non tocca quasi mai palla e va subito sotto: pennellata di Zielinski e incornata perfetta di Milik, che firma il vantaggio azzurro. Palleggia dal basso, esce con disinvoltura e trova le imbucate giuste il Napoli, sembra giocare a memoria guidato in cabina di regia da un Lobotka che mostra tutte le sue qualità. Il raddoppio che arriva dopo 16 minuti è una naturale conseguenza: stavolta angolo di Mario Rui, torre di Di Lorenzo e tap-in vincente di Elmas, che segna il primo gol in A e si commuove abbracciato dai compagni.


Troppo brutta per essere vera la Samp, che Ranieri rivolta dopo la doppia sberla: Ramirez fra le linee e il centrocampo a rombo riescono a dare una scossa alla squadra, che trova la magia di Quagliarella che riapre la partita: Hysaj in marcatura scivola, l’asso blucerchiato al volo di destro dal limite fa secco Meret. Il gol carica la Samp, che va vicinissima al pari con Ramirez (palo centrato da due metri).


Parte a mille anche nel secondo tempo la Samp, che toglie spazio al Napoli e lo costringe a rintanare nella sua area. E’ però in ripartenza che la squadra di Ranieri trova il pareggio con una rovesciata di Ramirez: solo il Var salva Gattuso, perché nell’azione c’è un tocco di braccio di Gabbiadini giudicato punibile. L’appuntamento è solo rinviato, perché la Samp il pari lo trova su rigore con l’altro ex Gabbiadini (fallo di Manolas su Quagliarella pescato dal Var). Ranieri è soddisfatto della grande intensità della Samp, gioca anche le carte Maroni e Bonazzoli per completare la rimonta.


Ma è il Napoli, nel momento di maggiore difficoltà, a trovare la forza per andarsi a prendere tre punti d’oro: sono decisivi i cambi di Gattuso, che lancia nella mischia Demme, Politano e Mertens. Il centrocampista tedesco (primo gol in A) trova il tris dopo una splendida iniziativa di Insigne, l’attaccante belga firma il poker in pieno recupero, regala la seconda vittoria consecutiva agli azzurri e si porta a -2 da Hamsik nella classifica dei migliori marcatori della storia del Napoli. La nottata, forse, è passata.

10maggio87 TV

2019-20 - Serie A - Sampdoria-Napoli 2-4
2018-19 - Serie A - Sampdoria-Napoli 3-0

Argomenti correlati

Altre Notizie