«Napoli, rabbia Insigne? E' un leone in gabbia...»

Fabio Andreotti, procuratore dell'attaccante azzurro: "Il suo gesto di stizza in panchina? Non ha buttato giu il pari contro l'Atalanta. Voleva entrare e dare una mano ai suoi compagni di squadra"

corrieredellosport.it
03/23/2015 13:49
corrieredellosport.it
ROMA - «Insigne e quel gesto di stizza? Lorenzo indossa due vesti, quella di calciatore del Napoli e quella del tifoso e non ha buttato giù il pari contro l’Atalanta». Fabio Andreotti, procuratore dell'attaccante azzurro commenta così il pareggio interno della squadra di Benitez: «Insigne voleva entrare e dare una mano ai suoi compagni di squadra - le parole di Andreotti a 'Radio Crc' -, gli errori di Calvarese sono stati eclatanti, ma certamente in buona fede. Insigne era dispiaciuto perché è un leone in gabbia che vuole dare il suo contributo. Credo che Benitez sia felice del fatto che Insigne scalpiti, non può che essere un aspetto positivo. In base ai test fatti, Insigne è disponibile, ma non credo che Benitez non sia attento al suo rientro. Il cambio di Zapata contro l’Atalanta è stato intelligente e il risultato lo ha dimostrato. Il pari credo sia stato anche un po’ sfortunato, in fase di non possesso quando il Napoli cercava di spingere, trovava una barriera formata dai calciatori dell’Atalanta, Reja ha fatto sì che le giocate azzurre non venissero sfruttate al meglio. Che aria si respira nello spogliatoio del Napoli? Tutti cercano riscatto. Ma non possiamo non dire che da questa squadra tutti ci aspettavamo di più».

Argomenti correlati