Hamsik: «Napoli è una parte di me. Higuain? Tifosi sconvolti, non mi meraviglio»

Il capitano azzurro parla alla vigilia dell'amichevole contro l'Hertha: «Rispetto la scelta del Pipita, ma non c'è da meravigliarsi se i tifosi sono sconvolti»

corrieredellosport.it
08/12/2016 14:03
corrieredellosport.it

NAPOLI - «Napoli è una parte di me, la mia famiglia. È una città passionale e mi piace molto, sono orgoglioso di essere il capitano. Higuain? Rispetto la sua scelta, ma non c'è da meravigliarsi se i tifosi sono sconvolti per quello che è successo». Marek Hamsik torna a parlare alla vigilia dell'amichevole contro l'Hertha Berlino. Intervistato dal sito ufficiale del club tedesco, il capitano del Napoli torna sulla decisione di rinnovare il contratto fino al 2020. «Ho sempre detto che mi sento a mio agio a Napoli e ho la fortuna di giocare in un club così importante. Ho un ottimo rapporto con il presidente De Laurentiis e con Sarri. Gli obiettivi? Fare una grande stagione e ottenere il massimo. Il campionato italiano è molto difficile, la Champions League la competizione più importante al mondo: non è facile vincere, ma è molto stimolante», ha detto Hamsik.


HIGUAIN - Un pensiero anche per il Pipita. «Quando lo affronteremo, cercheremo di fare di tutto per batterlo. Rispetto la sua decisione, ma non mi meraviglio se i tifosi sono sconvolti visto che lo hanno amato e che Gonzalo è passato a una rivale».

Argomenti correlati