Napoli, De Laurentiis: «Ecco perché non ho punito Gabbiadini»

Il numero uno azzurro spiega le ragioni della mancata punizione all'attaccante dopo il gesto nella gara contro il Crotone che lo ha fermato per due giornate (Empoli, già scontata e Juventus in programma domani sera)

corrieredellosport.it
10/28/2016 12:29
corrieredellosport.it

NAPOLI - «Io ho fiducia in Gabbiadini. Ha tutta la stima dell'allenatore e della società. Non ha mai avuto un comportamento maleducato, è sempre stato una persona rispettosa. L'altro giorno la partita (contro il Crotone nella sfida valida per la nona giornata di Serie A ndr) si era incattivita, è vero che bisogna restare sul posto ma tutti noi possiamo reagire a una maleducazione che ci si rivolge contro, si tratta di una reazione meccanica e ci può stare, ecco perché non ho voluto punire il gesto dell'attaccante». Così Il presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis, ha spiegato, ai microfoni di Premium Sport, le ragioni della mancata punizione all'attaccante dopo il gesto nella gara contro il Crotone che lo ha fermato per due giornate (Empoli, già scontata e Juventus in programma domani sera).

Argomenti correlati