L’attaccante di gennaio arriva a parametro zero

Ma chi arriva a gennaio? Quante volte ce lo siamo chiesti in questi mesi, una domanda sorta praticamente all’indomani.

tuttonapoli.net
12/09/2016 17:00
tuttonapoli.net
NAPOLI - Ma chi arriva a gennaio? Quante volte ce lo siamo chiesti in questi mesi, una domanda sorta praticamente all’indomani dell’infortunio di Arek Milik, che nella sfida tra Polonia e Danimarca dell’8 ottobre aveva riportato la rottura del legamento crociato del ginocchio. Panico e previsioni catastrofiche avevano accompagnato la notizia, con qualcuno che parlava addirittura di stagione finita per l’attaccante classe ’94 che nelle prime apparizioni in azzurro aveva già fatto innamorare i suoi nuovi tifosi.


Forza di volontà. La differenza in questi casi la fa sicuramente la testa, la capacità di metabolizzare immediatamente l’accaduto e volgere lo sguardo al futuro. Così ha fatto il buon Arek, subito gettatosi a capofitto nei lavori di riabilitazione dopo l’operazione effettuata dal Professor Mariani. Un lavoro costante, in palestra ed in piscina, per bruciare le tappe e tornare già a calciare pallone il 20 novembre, bruciando ogni tipo di previsione, anche la più ottimistica.


Le prospettive cambiate in pochi giorni. Nel calcio è bello fare previsioni, ma poi la velocità della realtà ci mette poco a mischiare le carte. Fino a qualche giorno fa sembrava cosa scontata l’arrivo di Leonardo Pavoletti, con l’accordo trovato con il Genoa ed un calciatore che pareva oramai convinto ad accettare l’avventura napoletana dopo il grande rifiuto in estate. Poi accade che il bomber subisce l’ennesimo infortunio della sua stagione ed alcune valutazioni di Cristiano Giuntoli iniziano a cambiare. Non v’è certezza di una assoluta integrità del calciatore ed il Napoli non può correre rischi. Non solo…


Nel frattempo Manolo Gabbiadini trova nuove motivazioni nella gara con l’Inter mostra quei movimenti e quella determinazione che fanno dichiarare a fine gara a Maurizio Sarri: “Dei tre in attacco quello che mi è piaciuto di più è Gabbiadini”, al punto di trovare poi la conferma nell’undici titolare nella decisiva sfida di Lisbona. 


Nel frattempo Milik mostra progressi sbalorditivi, al punto da far fissare nella seconda metà di gennaio la data di un suo possibile ritorno in campo. Sommando i nuovi eventi, dunque, il risultato potrebbe essere che l’attaccante di gennaio il Napoli lo prenda a parametro zero: quell’Arek Milik che è già in casa e pare già pronto a tornare a stupire. Come sua alternativa, anche Sarri ha dichiarato “Andiamo avanti con Gabbiadini”, potrebbe essere confermato Manolo, in attesa dell’estate e di un definitivo chiarimento sul futuro del numero 23. Chiaramente mancano oltre venti giorni all’apertura del mercato ed i cambiamenti sono sempre all’ordine del giorno. Al momento, però, questo scenario appare più che possibile…

Argomenti correlati