Napoli, attacco da record ma ora Sarri deve superarsi

Gli azzurri a 60 gol in campionato, ma ora sfideranno quattro squadre che lo hanno già battuto: Atalanta, Juve, Roma e Real Madrid

corrieredellosport.it
02/20/2017 17:13
corrieredellosport.it

NAPOLI - Una reazione migliore dopo la sconfitta di Madrid non poteva esserci. Il Napoli si è imposto con una grande prestazione in casa del Chievo e ha ripreso la sua marcia in campionato: Sarri ha gestito al meglio il turn over (quattro cambi rispetto alla Champions) e la squadra ha risposto con una prestazione da incorniciare. Adesso il Napoli ha allungato a 14 partite la sua serie positiva in campionato, dove non perde dal 2-1 subito a Torino dalla Juventus a fine ottobre: per trovare una striscia positiva più lunga si deve tornare indietro fino al 2009-2010, quando gli azzurri hanno infilato 15 risultati utili consecutivi in serie A con otto vittorie e sette pareggi. 


ATTACCO SUPER - Con le tre reti realizzate al Bentegodi con il Chievo, il Napoli è arrivato a 60 in campionato, che rappresenta il record del club azzurro dopo 25 giornate, a una media di 2,4 a partita. Un attacco più prolifico di quello da primato dello scorso torneo, quando alla stessa giornata gli azzurri erano a quota 53. Nonostante la partenza di Higuain, quest’anno il Napoli è la squadra che ha segnato di più in serie A, davanti alla Roma (54) e alla Juve (53). Mertens resta il capocannoniere con 14 gol, seguito da Hamsik a quota 10, Callejon e Insigne a 8, Milik e Zielinski a 4. 

TOUR DE FORCE - Intanto Sarri si prepara a due settimane di fuoco che lo vedranno curiosamente affrontare quattro delle cinque squadre con le quali il Napoli ha già perso in questa stagione (manca il Besiktas): sabato 25 l’Atalanta in campionato al San Paolo, martedì 28 la Juventus in Coppa Italia allo Stadium, sabato 4 marzo la Roma in campionato all’Olimpico e martedì 7 il Real Madrid in Champions al San Paolo. 

 

Argomenti correlati