Napoli, Jorginho: «E' giusto parlare di scudetto, lo meritiamo»

Il centrocampista sicuro: «Sappiamo che non sarà facile ma c'è tanta voglia di fare bene»

corrieredellosport.it
07/10/2017 20:05
corrieredellosport.it

NAPOLI - "E' giusto parlare di scudetto perché ce lo meritiamo, sappiamo che non è facile ma stiamo lavorando tanto per questo e dobbiamo continuare su questa strada". Il centrocampista del Napoli Jorginho si unisce al patto per lo scudetto e non si tira indietro dopo i primi giorni di ritiro a Dimaro dove, spiega "c'è serenità e voglia di fare bene. Vedo tanta determinazione da parte di tutti". Jorginho, parlando a Mediaset Premium, non guarda alla sfida con la Juventus: "Non so se sono i primi avversari - spiega - dobbiamo pensare a fare bene noi, non pensare alla Juve. Se non perdiamo i punti lasciati per strada l'anno scorso possiamo ambire a qualcosa di importante. Credo anche che Inter e Milan possano concorrere al le posizioni di alta classifica, sarà un campionato più bello e competitivo". Lo scudetto, però, è lontano, il centrocampista italo-brasiliano è concentrato ora sull'approdo ai gironi di Champions League: "L'appuntamento con i playoff di Champions - spiega - è fondamentale sotto tutti i piani. Non è facile, anche noi ci siamo passati e siamo stati eliminati. Ci stiamo preparando al meglio per queste partite". Anche quest'anno sarà lui il fulcro del centrocampo azzurro insieme a Diawara, in un'alternanza che Maurizio Sarri ha dimostrato di saper gestire alla perfezione nella seconda parte della scorsa stagione, scegliendo tra i due in base alle caratteristiche dell'avversario.


ARRIVA MARIO RUI - Intanto il tecnico azzurro si prepara ad accogliere domani in allenamento anche Mario Rui. Il secondo nuovo acquisto azzurro oggi ha passato le visite mediche a Roma e si è subito diretto in Trentino per la firma del contratto e per conoscere i nuovi compagni di squadra: il terzino portoghese firmerà un contratto quinquennale da circa 1,5 milioni a stagione, mentre il Napoli verserà alla Roma nove milioni. Il suo arrivo sblocca l'uscita di Ivan Strinic, utilizzato con il contagocce da Sarri come vice Ghoulam, che dovrebbe rinnovare invece a breve il suo contratto con gli azzurri: per il croato le piste più calde sono Galatasaray e Watford.

Argomenti correlati