De Laurentiis: «Sarri-Chelsea in dirittura d'arrivo, Jorginho preferisce Londra»

Il presidente fa il punto sul divorzio con l'allenatore toscano: «I miei avvocati hanno stilato un testo che è stato sottoposto ai suoi avvocati»

10maggio87.it
07/11/2018 13:09
10maggio87.it

ROMA - «La vicenda Sarri è in dirittura d'arrivo, dipende soltanto da lui. Io ho messo le mie condizioni, vediamo cosa succede. Ci sono i miei avvocati che hanno stilato un testo ai suoi avvocati, poi chi vivrà vedrà». Così il presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis, parlando in conferenza stampa a Dimaro del sempre più imminente approdo di Maurizio Sarri sulla panchina del Chelsea. A Stamford Bridge sbarcherà anche Jorginho. «Ce l'ha richiesto prima il Manchester City, non il Chelsea, per questo devo scusarmi con Khaldoon (proprietario dei Citizens, ndr), con cui avevo trovato l'accordo 15 giorni fa e l'avevamo risolta - spiega De Laurentiis -. Se Jorginho preferisce Londra a Manchester, con tutto il rispetto che ho per Manchester, lo posso capire. Se poi il Chelsea lo paga ancora di piu', posso chiedere scusa a Khaldoon ma non è colpa mia».


15 MILIONI - Nel giorno della presentazione di Ancelotti, De Laurentiis non fa mistero della sua soddisfazione: «Il mio colpo di mercato? Aver convinto Carlo Ancelotti. Per me è lui il vero centravanti di questo Napoli. Quelli che ci sono non partiranno, a meno che non piacciano ad Ancelotti». Il numero 1 è tornato a parlare della gestione Sarri: «Della scorsa stagione non ho condiviso l'uscita dalle coppe, che ha determinato una perdita di 15 milioni di euro».


FRECCIATINA
- De Laurentiis, durante la conferenza stampa di presentazione di Ancelotti, non ha lesinato alcune frecciate a Sarri. Una - in particolare - è arrivata alla fine, quando ha sottolineato come il nuovo tecnico non avesse bisogno di presentazioni: "Sapete quanti followers ha Ancelotti? Dieci milioni. Sarri (che non è presente sui social, ndr) ne ha 10 mila".

Argomenti correlati