Ancelotti: «Voglio rimanere al Napoli più di 8 anni»

Giornata romana per il tecnico del Napoli: nella mattinata intrattiene la platea di studenti dell'Università di Tor Vergata ricevendo il riconoscimento "Etica nello Sport" e nel pomeriggio ospite alla Luiss

corrieredellosport.it
03/26/2019 07:57
corrieredellosport.it

ROMA - Una giornata di lezione all'Università di Tor Vergata, ma di lezione speciale: protagonista assoluto del premio Tor Vergata Etica nello Sport, consegnato all'interno dell'aula Fleming della facoltà di Medicina e Chirurgia, l'attuale allenatore del Napoli Carlo Ancelotti. Il tecnico, che succede a Ranieri nella categoria, ha intrattenuto i tanti studenti presenti alla cerimonia dispensando consigli e suggerimenti traslati dal calcio alla vita. 


IN ITALIA STADI E CULTURA DA MIGLIORARE - Tra i vari punti affrontati da Ancelotti nel suo discorso anche quello relativo agli impianti sportivi in iItalia, con particolare attenzione al San Paolo: «Tutti gli anni passati all'estero mi hanno insegnato ad amare ancora di più l'Italia. Ma dal punto di vista delle strutture rispetto al calcio europeo siamo ancora indietro, gli stadi in Italia devono migliorare, soprattutto lo stadio di Napoli». Costruire i luoghi, ma costruire anche le anime: «Dobbiamo fare passi avanti anche nella cultura sportiva: in Inghilterra in due anni non sono mai stato insultato, qua ancora succede». 


LA LEZIONE DELLO SPORT - Ancelotti ha voluto anche condividere una sua riflessione sul significato dello sport in relazione alla vita: «Cerco ogni giorno di fare tutto quello che posso per tutelare questo ambiente, per mantenerlo sano come era quando ho incominciato a giocare da bambino, anche se è difficile. Lo sport è una competizione con te stesso prima di esserlo con altri, ti spinge a provare a superare i tuoi limiti mantenendo sempre il rispetto dell'avversario. Non tutti possono essere Messi o Cristiano Ronaldo...»


LUISS SPORT TALK 4.0 - L'allenatore azzurro ospite dell'università romana Luiss nell'ambito dell'evento Luiss Sport Talk 4.0 ha così parlato del progetto della squadra: «Napoli è nell'ultimo periodo il vertice del campionato italiano in una competizione molto importante. La squadra ha fatto passi da gigante e credo che il club sia molto vicino dal raggiungere un risultato sportivo importante. Gli altri li ha raggiunti: ha una società sana e un progetto chiaro. Investe molto sui giocatori ed io lo convidivo. Mi piace molto. Sono stato al Milan 8 anni, voglio battere questo record con il Napoli!». 


Argomenti correlati